Utente
ho 40 anni sono di Ancona, ho fatto una visita urologica perchè dall'inizio dell'anno ho notato che sento il bisogno di andare
in bagno (urine) più spesso e mi sveglio la notte ogni tanto e prima non mi era mai successo.
un po' di calo della libidine

urologo all'ispezione ha trovato una prostata non dolente, parenchimatosa.
si svuota bene la vescica dopo avermi fatto urinare.

esame urine nulla da rilevare, neanche in urinocoltura
mai avuto febbre/bruciore/perdite
sesso sempre protetto
alla ecografia ha trovato molte calcificazioni alla prostata


farò dei farmaci che sono tutti integratori per la salute della prostata.
e un ricontrollo prossimamente.


Questa cosa delle calcificazioni lì per lì non mi ha detto nulla, e il dottore non si è soffermato.

ma ora ci sto ripensando e mi è salita una grande ansia.
avere queste calcificazioni cosa comporta?

può nascere un tumore da queste calcificazioni?
sono già qualcosa di cui preoccuparsi?


Potrei chiede alla community dei medici su queste calcificazioni, se si può avere una spiegazione facile.

Impanicarsi è un attimo e lo sto facendo molto bene


armando

[#1]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
16% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)
ARDEA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2019
Salve, le calcificazioni della prostata sono "cicatrici" di pregresse infiammazioni. Di per sè queste calcificazioni non danno sintomi specifici. Con chiarezza la possiamo dire che i tumori della prostata non originano dalle calcificazioni.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#2] dopo  
Utente
grazie della risposta, sono tranquillo ora.

Le chiedo solo una altra gentilezza

ho 40 anni se io voglio mantenere in salute mio
apparato urinario e genitale, prostata compresa

cosa dovrei fare di prevenzione?
-visite ogni tot anche se magari non ho sintomi?
-qualcosa relativo ad alimentazione?
-qualcosa per prevenzione tumori?

grazie

armando

[#3]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
16% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)
ARDEA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2019
In assenza di sintomi può iniziare con i controlli urologici una volta l'anno a partire dai 50 anni (nel caso ci siano stati casi in famiglia di tumore alla prostata, anticipare a partire dai 45 anni) abbinati al dosaggio del PSA. Per l'alimentazione, non vanno d'accordo con la prostata i cibi piccanti, speziati, salumi, insaccati, carni grasse, pesci grassi e gli alcolici, in particolare birra e superalcolici
Con questo non voglio dire che sia consigliabile eliminare del tutto questi cibi, ma sicuramente non bisogna abusarne. Per la prevenzione dei tumori urologici, non fumare è la miglior prevenzione, in quanto sia i tumori della vescica che quelli del rene condividono questo fattore di rischio.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#4] dopo  
Utente
Grazie 1000 Dr Pugliese!!!