Infiammazione ricorrente prepuzio

Partecipa al sondaggio
Buongiorno,
Cerco di essere abbastanza chiaro e breve.

MAI avuto nessun problema
Sono sposato con figli

Nel 2016 ho avuto il primo caso di infiammazione, con prepuzio secco e tagliuzzato.

Visitato dall andrologo, fatti tamponi e spermiocultura, trovati micoplasmi, trichomonas... CURATO assieme a mia moglie per prassi.
Tutto passato.


Nel 2017, dopo 8mesi, stessi sintomi.
Rivado dall andrologo, mi dice che è inutile fare nuovamente gli esami e mi da direttamente la stessa cura del 2016.
La faccio con mia moglie di nuovo.
Creme per micetti, cortisoniche, azitromicina, Diflucan... Insomma una bomba... Tutto passato... Speravo

Nel 2019, dopo 14 mesi, stessi sintomi.
Preciso che li ho solo e sempre io.
Mia moglie nulla.
Alche non vado dal solito urologo, faccio tampone e spermiocultura al solito centro consigliatomi dal vecchio andrologo e vado a visita in ospedale con le analisi in mano.
Spiego tutto, L urologo non le guarda nemmeno le analisi, dice che quel laboratorio non è affidabile, mi controlla solo i valori glicemici e mi dice CIRCONCISIONE.


nel frattempo visto che non riuscivo nemmeno a fare pipi per via di una quasi fimosi del prepuzio prendo un azitromicina e passa tutto.


Nel 2020, un mese fa, dopo un anno dall ultima azitromicina, stessi sintomi.
Esasperato e non sapendo cosa fare cominciò a metterci l aglio sul prepuzio.
Funziona magicamente l arrossamento e i taglietti scompaiono ma dopo aver interrotto, visto l odore insopportabile, ricompare l infiammazione e la secchezza.

Provo allora a metterci una crema a base di cortisone per tre gg ma nessuna miglioria.
Provo con gentalyn per 7gg, sembra migliorare ma non passa, alla fine ottendo dei risultati soddisfacenti con una pomata a base di ketopronazolo.
Sembra tutto passato ma 2gg fa di nuovo il prepuzio arrossato.



Una cosa che ho notato in tutto ciò è che soffro anche di arrossamento e bruciore all orifizio anale.


Ho fatto 3 volte le analisi necessarie
Ho consultato 2 esperti
Ho fatto più volte le cure
In questo caos più totale non so che altro fare.


Qualcuno che possa aiutarmi?
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 5.5k 280
Lei deve solo sottoporsi ad un intervento per eliminare la fimosi
perchè cosi rischia un allargamento dell' infezione, il blocco totale dell' urina e l' impossibilità di avere rapporti sessuali soddisfacenti. Pensi che nello spazio tra glande e prepuzio rimane una cavità virtuale in cui si annidano germi e funghi
che danno queste infezioni recidivanti. L'intervento è semplice non doloroso, in anestesia locale e breve.

Dr. Claudio Bosoni