Colesterolo

Cosa sono il colesterolo buono e il colesterolo cattivo

Il colesterolo è un lipide costituito da una parte buona (il colesterolo HDL) e da una parte cattiva (LDL) entrambe fondamentali per il funzionamento dell'organismo: vediamo quali sono le funzioni e i valori normali di riferimento.

Revisione scientifica: Redazione Scientifica Medicitalia Data pubblicazione: 25 febbraio 2021

Si definiscono nel gergo comune colesterolo buono e cattivo le lipoproteine HDL e LDL che, insieme alle lipoproteine VLDL, svolgono nell'organismo la funzione di trasportatori di colesterolo e trigliceridi.

Colesterolo LDL, HDL e VLDL

In particolare le LDL sono a bassa densità (Low Density Lipoproteins) e, nel circolo sanguigno, cedono il colesterolo ai tessuti; le HDL (High Density Lipoproteins) sono ad alta intensità e si occupano di rimuovere il colesterolo in eccesso nel sangue. 

Quando si parla, invece, di colesterolo VLDL (Very Low Density Lipoproteins) si intendono le lipoproteine a densità molto bassa che si occupano di trasferire i trigliceridi dal fegato ai tessuti.

Il colesterolo cattivo

Cos'è e quali funzioni svolge

Il colesterolo LDL viene definito "cattivo" perché una sua presenza eccessiva nel sangue può essere pericolosa. I valori normali di colesterolo cattivo sono, infatti, necessari al funzionamento dell'organismo in quanto l'LDL permette di trasferire il colesterolo ai tessuti e il passaggio delle sostanze che consentono le regolari funzioni fisiologiche.

colesterolo LDL

Al contrario, se in eccesso, il colesterolo cattivo può ridurre l'elasticità delle pareti delle arterie, ostacolare il flusso sanguigno e favorire la formazione di trombi.

Valori normali

Il valore di riferimento nella norma per il colesterolo LDL è da 70 A 180 mg/dl e si può verificare con una semplice analisi del sangue.

Il colesterolo buono

Cos'è e quali funzioni svolge

Il colesterolo HDL si occupa di trasferire il colesterolo dalle arterie, quindi dalle zone più periferiche, verso gli organi che lo smaltiscono, quindi che lo utilizzano oppure che lo eliminano. Viene definito "buono" proprio perché raccoglie il colesterolo in eccesso e lo porta al fegato dove subisce i processi che ne determinano, poi, l'espulsione attraverso le feci. Inoltre protegge dall'insorgenza di gravi patologie come ictus e infarto.

colesterolo buono e cattivo

Valori colesterolo buono

Solitamente il colesterolo buono e quello cattivo vengono verificati con una normale analisi del sangue che consiste nell'esame del colesterolo totale (somma di HDL + LDL + VLDL) che riporta poi la concentrazione nel sangue di colesterolo HDL e LDL. I valori di quello buono da 40 a 80 mg/dl negli uomini adulti e da 50 a 60 mg/dl nelle donne.

Come abbassare il colesterolo cattivo e aumentare quello buono

Ma perché il colesterolo LDL aumenta? La produzione di LDL avviene per cause endogene, cioè viene prodotto dall'organismo stesso, ma anche da fattori esogeni che dipendono dall'alimentazione, in particolare dai grassi di origine animale.

Per mantenere il colesterolo LDL e HDL limiti dei valori normali è necessario, pertanto, fare attenzione alla dieta, limitando alimenti come affettati e condimenti grassi (per esempio il burro), dolci e cibi ad alto contenuto di grassi saturi. Favorisce l'abbassamento del colesterolo cattivo anche l'attività fisica, in particolare il movimento aerobico.

Quando le indicazioni sullo stile di vita e l'alimentazione non sono sufficienti, e quando il medico lo ritiene opportuno, è necessario ricorrere alla terapia farmacologica.


Guarda anche Colesterolo 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Cardiologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Altro su "Colesterolo"