Queste le conclusioni di un recente studio pubblicato su surgical endoscopy da un autore indiano.

Sono stati studiati 67 pazienti omogenei operati tra il 2008 e 2009 di prolassectomia secondo Longo per emorroidi dallo stesso chirurgo.

Nel postoperatorio, al primo gruppo di pazienti è stata consigliata una dieta priva di spezie e di cibo piccante come abitualmente si ritiene corretto fare, al secondo invece è stata consigliata una dieta ricca di spezie e senza limitazioni verso i cibi piccanti.

I sorprendenti risultati hanno dimostrato che nel secondo gruppo il dolore è stato minore e conseguentemente minore la necessità di assumere analgesici in modo statisticamente significativo dal terzo giorno alla terza settimana dopo l’ intervento.

Le note capacità antinfiammatorie ed antiossidanti di costituenti delle spezie quali la curcumina e la peprina sono state considerate dall’Autore come possibile spiegazione di questo apparentemente inaspettato risultato.

Sembra quindi lecito consentire ai pazienti che amano il cibo piccante di non privarsene, anzi di assumerne liberamente dopo una prolassectomia secondo Longo per emorroidi.

 

Surg Endosc (2011) 25:1535-1540