Credo moltissimo nella prevenzione.

Sarebbe opportuno che tutti i medici, e noi dentisti in particolare, facendo un profondo esame di coscienza, provvedessimo a prevenire piuttosto che a curare.

Nel nostro caso particolare, basterebbe solo educare i nostri pazienti a fare i soliti controlli di routine, almeno ogni 6 mesi, con sedute di igiene,per scongiurare mali peggiori e dover intervenire per terapie conservative,endodontiche,parodontali, protesiche ecc...

Tutto questo discorso non vale invece per i pazienti che si dovessero presentare,già alla prima visita,con gravi problemi di carie, pulpiti o gengivali, che vanno invece curati secondo i canoni della deontologia professionale.

Quanto appena detto proprio perché ultimamente, si sono presentati nel mio studio alcuni pazienti che erano stati in cura presso "Professionisti di catene low cost" i quali, senza scrupolo, forse perché manca il lavoro in questi ultimi tempi di crisi, se lo sono procurato facendo cure, senza conoscere neanche le benché minime regole dell'endodonzia, e senza essercene neanche effettivo bisogno impellente. Hanno "curato" dei denti completamente sani! 

Sono state eseguite delle terapie canalari, con false strade, e conseguenti problemi periapicali e parodontali,su denti che andavano curati forse solo conservativamente (dico forse perché, in tutta onestà, radiograficamente,non erano evidenti neanche delle semplicissime carie).

È deplorevole quanto è avvenuto! Non si può approfittare di pazienti che si presentano solo per la pulizia dei denti e, magari perché soffrono di una grave gengivite, pur curabilissima con qualche altra seduta di igiene, si interviene invece, con poco scrupolo, facendo capire che bisogna fare delle terapie canalari, di cui sicuramente non c'è assoluta necessità!

In questi ultimi tempi di crisi, alcuni "Professionisti di catene low cost" (forse neanche dentisti) ritengono di procurarsi in tal modo il lavoro, senza osservare assolutamente la benché minima regola di deontologia professionale e senza osservare il sacro giuramento di Ippocrate!. "Est modus in rebus"!

Questi numerosi piccoli centri odontoiatrici,sorti come mercati a scapito della qualità, sono la rovina della vera e sana professione!.

Segretarie esageratamente brave nella vendita, in prima visita fanno firmare il finanziamento e poi non si può più cambiare idea. Si consiglia qualora ci si voglia rivolgere alle cure presso una certa catena che offre prestazioni odontoiatriche di informarsi via web magari digitando " nome della catena truffa " per vedere se vengono fuori dei casi giusto per non ripetere quegli errori.

Poi è molto probabile che uscirete con il finanziamento già fatto.... Attenti!