“Ogni scelta, ogni bivio ti porta su una strada lasciandone altre. Possibilità che non si sono concretizzate, sogni abbandonati, progetti non conclusi, ma quello che conta è solo esserne consapevoli.” 
Daniela Volontè

Avete mai sentito dire che la vita è fatta di scelte? Immagino di sì e credo anche che pochi di voi si siano fermati a riflettere su ciò che questo significhi realmente.

Provate a pensarci.

Le nostre giornate si articolano su decisioni che prendiamo, piccole o grandi, consapevoli o inconsapevoli. Da quando ci svegliamo al mattino e dobbiamo scegliere che cosa indossare, fino a sera, quando decidiamo se andare al cinema o restare a casa.

Quando apriamo delle porte e ne chiudiamo altre.

Quando diciamo “sì” a qualcuno e “no” a qualcun altro.

Eppure, anche essendo così presenti, le scelte non sono sempre facili tanto che, a volte, non sappiamo proprio che cosa fare.

 

Perché decidere, è così difficile?

Scegliere significa prendere una cosa per scartarne altre, in base ai nostri gusti o alle nostre necessità; ciò significa che quando scegliamo, andiamo incontro a una vera e propria perdita di ciò che è messo da parte e, probabilmente, che è perso per sempre.

Significa anche prendere le redini della propria vita, riconoscendo di esserne gli unici responsabili, nel bene e nel male.

La nostra mente, per aiutarci a decidere, lavora cercando di rendere più appetibile una delle possibilità, in modo da convincerci della nostra scelta e renderci più sereni una volta presa.

Ma quando la paura di mettersi in discussione e di fallire è troppo forte, finiamo per annegare nell’incertezza, senza sapere quale sia la cosa giusta da fare.

Allora, mille domande ci assillano, cambiamo idea molte volte, in una danza crudele tra la nostra mente e le nostre emozioni, che ci prosciuga di tutte le energie, finché anche la scelta più banale sembrerà impossibile.

Eppure, scegliere è inevitabile, infatti, anche non scegliere è una scelta. Una scelta che ci costerà cara, perché se non saremo noi a decidere per noi, lo faranno gli altri.

Quando lasciamo la nostra esistenza nelle mani di qualcun altro, è come se gli lasciassimo ogni responsabilità, per tutto ciò che va bene, ma anche per tutto ciò che va male.

Ci dimentichiamo che la vita è nostra e tutto ciò che non funziona, viene attribuito all'esterno, mentre noi crediamo di non poterci fare nulla.

 

Non abbiamo scelta.

E questa è la bugia peggiore che possiamo dirci, perché quando le persone pensano di non poter scegliere, iniziano a soffrire.

Nella vita, la differenza tra chi raggiunge gli obiettivi e chi non ottiene nulla, è nell’agire, e per farlo, bisogna abbracciare i cambiamenti e le incertezze, ricordando che le scelte sbagliate portano l’esperienza e che essa, poi, ci guiderà nella vita.

 

Quanto sentite di aver scelto nella vita? Come cambiare qualcosa?

  • Ascoltate il vostro intuito. Quando non sapete che cosa scegliere, cercate di riconoscere il valore che c’è tra gli opposti desideri che si combattono. Quando sarete consapevoli di ciò che rappresentano, capirete che cosa per voi ha più attrattiva.

  • Chiedetevi quale delle opzioni potrà rendervi felici e quale solamente soddisfatti. Ad esempio, scegliere qualcosa per dei vantaggi concreti, ma che in cuor nostro sappiamo che non ci renderà felice, non è una buona strategia a lungo termine.

  • Accettate di sbagliare. Se non scenderete a patti con questo fatto, scegliere sarà sempre una lotta nel timore di prendere la decisione errata.

  • Ponetevi con un atteggiamento positivo di fronte al dilemma. Forse non ne troverete un’immediata utilità ma porsi nei confronti dei dubbi con l’atteggiamento di chi sa che prenderà la decisione giusta, vi permetterà di sentirvi più sicuri e sereni.

  • Datevi una scadenza per decidere. E’ come nel periodo degli esami; si studia solamente perché si ha una data da rispettare e, a volte, riusciamo a fare l’inimmaginabile nelle 24 ore precedenti alla prova. Dovrete fare lo stesso per prendere una decisione.

  • Lanciate una monetina. Essa non deciderà per voi ma se crederete che possa farlo, osservate la vostra reazione di fronte all’esito e avrete la vostra risposta.

  • Esercitatevi. Prendete decisioni ogni giorno, cercate di essere più consapevoli del modo in cui lo fate dalle piccole cose e di quali ragionamenti sono superflui.

  • Vi prendete troppo sul serio! Non dimenticatevi mai di ridere per alleggerire la vita; senza risa e senza gioco, il peso del mondo ci schiaccerebbe.

E voi, che cosa ne pensate? Qual è la vostra scelta impossibile?