Dalla rivoluzione sessuale in poi, la figura della donna, si è adattata ad importanti cambiamenti epocali e di costume, modificando la propria immagine, con modalità camaleontiche, in funzione del ruolo,della moda e delle necessità. Alle modifiche interne, di comportamento,sessuali e sociali, si sono accompagnate modifiche estetiche e di abbigliamento, oltre che una tendenza ad una magrezza imperante, evocando mal nutrimento, più che seduzione.
Oggi, siamo passati da una donna ingessata,mascolina,in pantaloni, ad una donna che non anela ad incarnare un’identità maschile e, che gioca con la propria immagine corporea e con la seduzione.
I canoni estetici, stanno rivalutando una bellezza femminile morbida e sinuosa, a scapito di una donna con caratteristiche di legnosità e magrezza.
Nell’ultimo decennio, si è ravvisato un incremento di scuole di danza del ventre e danze orientali, danze che nascono come danze sacre e, che si trasformano in danze seduttive, che insegnano alla donna a prendere coscienza della propria fisicità, sensorialità e capacità seduttiva.
Recentemente approda in Italia, il Burlesque, spettacolo che nasce nei primi del novecento in Inghilterra e,che in seguito dilaga in America ed in Francia.
Il Burlesque è  un tipo di spettacolo con cui le donne , tramite accurati e ricercati travestimenti, humor e tecniche di danza, imparano una nuova forma di seduzione. Truccate con cura, pettinate con acconciature  un po’ retrò, indossano costumi da scena, giarrettiere e reggicalze, piume e tanta ironia… imparando dagli insegnanti di danza strategie di recupero di una  seduttività, che passa dal corpo, con tanta ironia, miscelando eros e divertimento!

La seduzione è un’arma divina- .Pasini-2011
Burlesque.it
Psycologies magazine-maggio 2011