Utente 125XXX
Buongiorno, soffro di colite ulcerosa, ho fatto richiesta di accertamento invalidità civile presso la mia asl e mi è stato rilasciato un verbale di accertamento in cui mi viene riconosciuta una invalidità del 46%. Da quanto ho capito, questa percentuale è il minimo per avere diritto all'iscrizione alle categorie protette. Per ottenere l'iscrizione alle categorie protette, che azioni bisogna intraprendere?
Io sono dipendente a tempo indeterminato presso un'azienda da oltre 10 anni, l'iscrizione alle categorie protette può essermi utile al fine di ottenere qualche agevolazione (permessi "aggiuntivi") in occasione dei controlli periodici che devo fare? Poichè attualmente quando devo eseguire la colonscopia, posso usufruire di un "normale" permesso per visita medica che copre 4 ore del giorno in cui ho l'esame, ma i 2 giorni precedenti all'esame in cui devo sottopormi alla "preparazione" (regime alimentare rigido e "pulizia" tramite lassativi ed altro), sono costretto ad andare al lavoro o prendere delle ferie.
Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
FROSINONE (FR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Buongiorno ,l'iscrizione alle categorie protette è una iscrizione presso l'ufficio provinciale del lavoro , il vantaggio fiscale e l'obbligo in base al numero di dipendenti dell'assunzione da parte del datore di lavoro facilità l'inserimento del disabile oltre il 45% di inv. civ. nel mondo del lavoro. lei lavora già e per chiedere dei giorni di assenza dal lavoro deve avere riconsciuto un handicap secondo la legge 104/92 preso la sua stessa SL ma con una diversa domanda,che in caso di riconoscimento della gravità consegue questo beneficio.
saluti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, grazie per la risposta.
Contestualmente alla domanda per l'accertamento di invalidità ho presentato anche la richiesta di riconoscimento dello stato di handicap in base alla legge 104/92.
Dal verbale che mi è stato inviato risulta:
- Presenta una condizione di handicap ai sensi dell'art .3, comma 1(presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione).
- Vi è inoltre un'annotazione aggiunta a penna che riporta "Deambulazione Autonoma"
-Nella voce Validità è barrata la casella "No".
In base alla sua risposta, devo presumere che non essendomi stata riconosciuta la connotazione di gravità, anche in base alla legge 104/92 non ho diritto a nessuna agevolazione. Cordiali saluti, grazie.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Bonomo
24% attività
0% attualità
12% socialità
FROSINONE (FR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Buongiorno,
l'art. 3 comma 1 stabilisce una condizione di handicap ma non la gravità che da diritto ai permessi per cure e malattia.
saluti