Utente 100XXX
Buon giorno, volevo cheidere un vostro consiglio riguardo il lapatinib.
Mia nonna di 78 anni è stata appena operata ad un tumore al seno di tipo infiltrante, le è stata asportata tutta la mammella con svuotamento ascellare e con risultato di nessun linfonodo colpito, quindi credo nessuna metastasi..o sbaglio?
L' oncologo dice che il suo tumore è uno dei più aggrssivi (lo chiama +3)e le ha proposto questa nuova cura ma io sono un pò scettica, il lapatinib non si applica su cancri con metastasi?
Cosa mi consiglia?
Grazie in anticpo.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

per stabilire se vi siano metastasi a distanza occorre effettuare una TC total body + cranio con mdc ed una scintigrafia ossea. Che i linfonodi ascellari non siano coinvolti è buona notizia. L'età e probabilmente l'istologia (c-erb 3+) pongono indicazione per una terapia biologica quale il lapatinib.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Grazie di cuore!
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per la terapia si tiene conto del'età ma soprattutto delle condizioni generali della paziente

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=54533
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Quello che io non riesco a spiegarmi è che il chirurgo che la operata dava molta importanza ai linfonodi e visto che sono risultati tutti puliti sembrava già un buon risultato, mentre invece l'oncologo ha detto che il tumore essendo spostato più verso il centro, di conseguenza più lontano dai linfonodi, le metastasi potrebbero essere andate dall' altra parte del corpo.
All' uscita dal reparto di chirurgia è stata ricoverata in medicina per aver contratto la polmonite, secondo voi il suo non è un fisico debole da poter sottoporre a questo tipo di terapie?
La cosa che mi spaventa di più è sentire l' oncologo che parla di sperimentazione, e se non dovesse funzionare?
Ci hanno consegnato circa 20 fogli da leggere che spiega in cosa consiste questa nuova terpia, ma per noi non è facile prendere una decisione..quella giousta per lei!!
Se fossero interessati solo a fare le loro sperimentazioni?
Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Concordo con il fatto che la negatività dei linfonodi regionali sia molto importante.

Ne parli con la stessa franchezza mostrata nel suo post,
"guardandosi negli occhi, con il suo oncologo.
[#6] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Secondo lei è vero che le metastasi potrebbero essere partite dall' altra parte?..e andate dove??
Grazie ancora.
[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

Conciate a verificarlo seguendo il consiglio del dr. Pastore
>>per stabilire se vi siano metastasi a distanza occorre effettuare una TC total body + cranio con mdc ed una scintigrafia ossea>>>
[#8] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
In questa settimana infatti dovrà effettuare questi esami, se anche quelli fossero negativi secondo lei ci sarà bisogno di sottoporla a terapie? O ancora meglio a questa nuova terapia di "sperimentazione"??
La prego mi dia un suo parere.
Grazie.