Utente 268XXX
Salve mi chiamo Samuel.
Quando ero piccolo ho notato di avere dal lato sinistro inferiore della corona una parte di cute attaccata al glande,poi forzandola un po sono riuscito a distaccarla.
Ora non so se questo centra o no, ma dopo un po di tempo ho cominiciato a notare una macchia scura,diciamo nera con contorno sfumato proprio in quel punto.
Oggi ho 23 anni sono passati tanti anni da quando ero piccolo e la macchia si e' ingrandita,diciamo che ora e' quasi 3 cm.Ho fatto quando ero piu' piccolo un controllo e il dottore ha detto di tenere sotto controllo la macchia e di non allarmarsi perche' la macchia era piana sulla pelle e non rialzata.
Pero' mi accorco che col passare del tempo la macchia si allarga anche se piano piano,ma per il momento non mi ha mai dato fastidio.

Cosa mi consigliate?Cosa dovrei fare?dovrei preoccuparmi?Puo' essere grave?

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
mai come in questo caso le necessita una consulenza "de visu" per valutare dal vivo la lesione dermatologica da lei illustrata. Poichèciò che lei descrive potrebbe essere almeno 3- 4 cose diverse, perchè si tranquillizzi e sappia come procedere è necessario un vero consulto.
Si rechi con fiducia da un dermatologo della sua zona.
Poi, se ha piacere, ci faccia sapere.
A presto
Dr. Mocci
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
Concordando con il Dott. Mocci, sulla necessità della visita, voglio sottolineare anche per chi ci legge che una lesione piana (piatta) di colorito marrone o più scuro DEVE SEMPRE ESSERE INDAGATA DAL DERMATOLOGO: è assolutamente ERRATA l'affermazione che lei ha riportato a detta del Medico che la visitò anni fa: le lesioni melanocitarie piane (e solitamente NON QUELLE RIALZATE salvo rari casi) se insorte tardivamente, o quelle che da sempre esitono ma che si modificano nelle dimensioni o nell'aspetto o nel colore, possono essere la spia di un MELANOMA.

Seguire sempre per l'autodiagnosi la regola dell' ABCDE:

A: ASPETTO (COM'ERA E COM'E' ADESSO)
B: BORDI (FRASTAGLIATI O CON INTERRUZONE BRUSCA DEL PERIMETRO)
C: COLORE (NERO, ALTERAZIONE DI COLORE, COMPRESE ARREE BIANCO/ROSSE)
D: DIMENSIONI (MAGGIORE DI 6 MM)
E: EVOLUZIONE (MODIFICHE E/O INNALZAMENTO DELLA LESIONE)

Il consiglio è quindi un rapido controllo dal DERMATOLOGO, il quale potrà procedere anche con l'EPILUMINESCENZA (MAPPA DEL NEO), la quale ad oggi è la diagnosi più accurata da eseguirsi, ma sempre e solo dal dermatologo esperto.

Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#3] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2007
Salve, Ho effettuato una visita dermatologica come da voi consigliatomi.
La diagnosi e' Iperplasia Lentiginosa,non so bene cosa sia di preciso e mi piacerebbe saperlo meglio.
Il dermatologo mi ha consigliato,dato che se secondo quello che io le ho detto la macchia e' attiva,di rivolgermi ad un chirurgo plastico per toglierla e io ho gia' preso un appuntamento con quest'ultimo.
Il dermatologo ha detto che non conviene farla analizzare adesso,perche' essendo attiva conviene toglierla tutta ed esaminarla dopo.
Spero che io stia facendo la cosa giusta.

Grazie.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che il parere del Collega Dermatologo che L'ha visitata sia condivisibile.
Mi faccia sapere l'evoluzione della faccenda.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Segua i dettami del suo Dermatologo e stia tranquillo.
Saluti.

Dott. Luigi LAINO
www.latuapelle.org
[#6] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2007
Salve, volevo informarvi dell'evoluzione della faccenda.

Sono stato sottoposto ad una Biopsia,
la lesione mi e' stata asportata ed analizzata.

I risultati dicono che si tratta di una "naevus naevocellulaire jonctionnel bénin essentiellement lentigineux" cioè una lesione lentiginosa benigna e dicono anche che è stata asportata nella sua totalità.

Sono stato operato dal Dr. Chirurgo Plastico Olivier Gerbault il quale ha anche lui acconsentito il parere del dermatologo sostenendo l'asportazione totale della lesione evitando così gravi conseguenze in seguito causate da una possibile sfavorevole evoluzione di quest'ultima.

Adesso non mi restano che altre 2 o 3 settimane per la guarigione completa delle ferite e poi fra qualche mese sarà solo un ricordo,
mi sento veramente meglio adesso, molto piu' tranquillo e sereno.

Grazie a voi di medici Italia per i vostri consigli.

Samuel
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
complimenti al Collega ed auguri affettuosi a Lei.
Cordialissimi saluti
Prof. Giovanni MARTINO