Utente 773XXX
Salve,
sono passati circa sei mesi dalla sclerombolizzazione vi invio i risultati,vi invio i dati significativi se avete bisogno dell'esito completo provvedero'.
volume 3,0
numero spermatozoi mil/ml 88
totale spermatozoi ( milioni) 264
leucociti alcuni
batteri assenti
detriti presenti

motilita' rettiliea veloce basale 0
motilita rettilinea lenta basale:5
motilita non rettiliea basale 60
immobili basali 35
spermatozoi normali 7
anomali 93
test vitalita'
spermatozoi incolori 71
colorati 29%
swelling test
spermatozoi rigonfi 72
non rigonfi 28
mar test spermatozoi motili con adese particelle di latex 10%

perche l'esame non migliora? perche aumenta il numero ma rimane invariato il valore della motilita'? perche continua a produrre spermatozoi anomali.
Per favore non mi dica che è passato poco tempo o che è normale....
Ho contattato il nostro angrologo, vuole leggere l'esame giovedi, ha parlato di una possibile infezione!
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe La Pera
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
per tentare di dare un risposta al suo quesito bisogna valutare alcuni aspetti. il primo è se lei in questo momento sta tentando di avere una gravidanza e l'età della sua partner il secondo aspetto è considerare la situazione della prostata perché può essere sede di infiammazioni batteriche abatteriche acute e croniche che si riflettono negativamente sulla qualità del liquido seminale . Inoltre esiste un terzo aspetto non riportato dalla sua descrizione e se cioè ha fatto un doppler di controllo per escludere una recidva del varicocele e per essere sicuri che non esista contemporaneamente un varicocele destro. Infine vanno aggiunti tre considerazioni generali e cioè l'inquadramento clinico complessivo del problema con l'esame obbiettivo dei testicoli, la contemporanea possibilità di altre patologie , e che in mancanza di una prova biologica e cioè rapporti sessuali intenzionalmente fertili senza risultato (salvo casi eccezionali di assenza totale di spermatozoi) un liquido seminale va considerato potenzialmente fertile. Infine un ultimo dato: il miglioramento atteso del liquido seminale dopo trattamento per varicocele non sempre si verifica perche le lesioni provocate dal varicocele potrebbero essere permanenti . In conclusione i dubbi da lei sollevati sono legittimi ma vanno affrontati complessivamente in un contesto di un rapporto medico paziente che potrà essere più esaustivo di quanto le riferisco virtualmente
[#2] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve , mio marito ha 27 anni, si è operto 3 volte al varicocele , l'ultima con la tecnica della scleroembolizzazione, aveva un varicocele del v livello a sinistra e del 2 livello a destra.
stiamo cercando una gravidanza da un anno con rapporti mirati; in concomitanza al varicocele aveva la prostata che è stata curata, cmq da dopo l'intervento i batteri sono scomparsi, preciso che mio marito non ha mai manfestato sintomi di prostatite, pero gli avevano trovato uan piccola calcificazione e quindi si è curato.
Sta prendendo il proxeed da un mese, mi ha fatto riflettere il fatto che possa avere lesioni permanenti anche se il varicocele viene tolto............
Ma perche il numero aumenta notevolmente, è raddoppiato, e la motilita' e la normalita' peggiorano?
qualè il problema fondamentalmente?
cosa possiamo fare?
grazie
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe La Pera
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
domanda quanti anni ha lei e da quanto tempo avete rapporti sessuali intenzionalmente fertili? Inoltre non mi ha risposto circa il fatto che non ci sia una recidiva del varicocele. infine solo dopo un anno di rapporti intenzionalmente fertili (alcune ricerche indicano circa 100-150 rapporti con eiaculazione in vagina ; una media di tre volte a settimana indipendentemente dal periodo supposto di ovulazione) si puo dire che l'intervento non ha dato i risultati sperati . essendo passati solo 6 mesi ci sono ancora 8 -9 mesi per aspettarsi una gravidanza (il primo spermatozoo libero dal possibile danno del varicocele nasce dopo 72 giorni per cui dopo 72 giorni si deve considerare un anno di rapporti intenzionalmente fertili.
[#4] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
ha ragione le ho dato pochi dati.........
Io ho 26 anni, mi hanno riscontrato l'vaio dx policistico, non ho cisti, secondo la ginecologa non ho particolari problemi.
Il varicocele di mio marito è recidivo, non siamo mai riusciti a eliminarlo, negli altri interventi gia da subito si notava che non cèrano stati miglioramenti, sembrerebbe ci siano, almeno a livello estetico dopo la scleroembolizzazione.
Cerchiamo un figlio da un anno , mio marito si è operato il 13 maggio di quest'anno, abbiamo rapporti mirati e cmq almeno due alla settimana; ho utilizzato gl istick persona per identificare il mio periodo fertile ed abbiamo avuto rapporti mirati, in piu credo di conoscermi bene ,ho un ciclo regolare, conosco la mia fase luteale e tutte le volte che arriva la mestruazione posso risalire al' giorno dell'ovulazione, fin'ora i conti mi son sempre tornati!
Non mi ha risposto alla domanda come mai il numero raddoppia e il resto no, se non peggiora? ma secondo lei, puo' non migliorare mai? in un caso del genere lei come medico consiglierebbe la fecondazione? gurdi non pretendiamo chissa' cosa, solo sincerita'!
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe La Pera
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
gentile signora non mi è possibile darle risposte dettagliate senza avere sotto mano tutte le carte. Inoltre va chiarito con le cartelle cliniche se il varicocele è stato trattato correttamente e con quali tecniche ce ne sono numerose e questo dettaglio è cruciale per capire se vale la pena aspettare ancora .

Infine posso dirle però che non è detto che il miglioramento della qualità del liquido seminale sia un parametro che automaicamnete indica un concepimento generalmente si ma non è detto . Penso che lei abbia bisogno di alcune risposte certe per la sua vita e per il suo rapporto e quindi penso che solo nell'ambito del rapporto con il suo andrologo di riferimento potrà avere queste risposte. Lo stesso vale per il consiglio della cosidetta fecondazione artificale sarei però sopreso se in questa fase e a questa età decidesse di ricorrervi . pero non conosco completamente il caso clinico e quindi potrei anche sbagliarmi
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega La Pera che mi ha preceduto, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere, e non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve, la tecnica usata dal radiologo è la seguente:
il paziente è stato sottoposto ad embolizzazione selettiva per cutanea trasfemorale delle vene spermatiche, con spirali amagnetiche.
Il miglioramente del liquido cè stato solo sull'aspetto del numero, prima dell'intervento aveva
volume:3,1
numero spermatozoi(mil/ml)23
totale spermatozoi (milioni) 71,3

in piu' per un anno non siamo mai riusciti a eliminare i batteri, erano sempre presenti,nonostante le cure di antibiotico, da qui l'andrologo a pensato al trattamento, gia dopo 2 mesi dall'intervento i batteri erano spariti.

adesso:
volume 3,0
numero spermatozoi( mil/ml)88
totale spermatozoi (milioni) 264

la motilita invece sempre addirittura peggiorata , prima l somma arrivava a 15 adesso a 5

il valore della normalita' è rimasto sempre simile, massimo 14% normali.

insomma allora dobbiamo solo aspettare? non cè niente che possa migliorare la motilita'?
lo so che siamo giovani...pero' i problemi ci sono, cè da capire se ci sono effettivamente delle possibilta di miglioramento.
grazie per l'attenzione
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

dopo sei mesi da un intervento di scleroembolizzazione, conviene aspettare e non buttarsi a fare terapie non mirate, vista anche la vostra giovane età.

Ancora un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
e quindi aspetteremo.......
Mi conferma che è impossibile concepire per adesso?
intendo con quella motilita'......

grazie
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

in presenza di 264 milioni di spermatozoi, anche se la mobilità rettilinea è solo del 5%, non posso confermarle nulla.

Potenzialmente tutto può succedere!

Ancora un cordiale saluto.
[#11] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve, mio marito stamattina è stato alla visita andrologica, purtroppo non cèra il nostro medico di fiducia ma un sostituto; ha ossevato il referto dello spermiogramma, ha mnifestato il dubbio che ci possa essere una piccola infezione nascosta, magari intestinale anche senza avere dei sintomi; non si spega altrimenti perche quel numero alto di spermatozoi.....
Ha richiesto inoltre un' ecografia per vedere se il varicocele persiste...
quindi tra due settimane fara' la spermiocltura e l'ecografia......
Voi pensate la stessa cosa?
è probabile che abbia un' infezione?
il nostro medico aveva lo stesso sospetto me lo aveva detto telefonicamente........
Cmq non esclude la possibilta' di un concepimento, mha...
qualè davvero la percentuale nel nostro caso?

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora,

in questi casi è impossibile dare delle percentuali di "possibilità di concepimento".

A questo punto segua le indicazioni ricevute in diretta dall'andrologo e poi , se lo desidera, ci aggiorni.

Un cordiale saluto.
[#13] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve, abbiamo appena ricevuto il risultato della spermiocoltura:

clamidia liq. seminale: negativo
ricerca micoplasma l. seminale: negativo
coltura liq. seminale
germi: enterococcus faecalis

di che germe si tratta? sembrerebbe un batterio intestinale, come mai si trova nel liquido seminale?
è duro da combattere?
significa che ha la prostata anche se non ha nessun tipo di sintomo?
puo un batterio del genere rendere immobili gli spermatozoi?
qual' è la cura che dobbiamo fare?

martedi abbiamo l'cografia di controllo del varicocele, chissa se siamo riusciti a combatterlo,vi aggiorneremo.


[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

questo microrganismo non è particolarmente "aggressivo" e
la situazione va valutata insieme a tutti gli altri dati che ha in mano il suo andrologo.

Vi è una carica batterica ed un eventuale antibiogramma allegati alla spermiocoltura?

Questi dati, insieme anche alle valutazioni ecografiche che farà, permetteranno di impostare le successive indicazioni terapeutiche finalizzate a cercare di risolvere il suo problema.

Un cordiale saluto.
[#15] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
si, vi è un anche antibiogramma, nessuna carica batterica , adesso vedremo quale antibiotico scegliera per risolvere questo problema pero
mi chiedevo, circa un anno fa l'androlgo ci prescrisse la spermiocoltura ,prima dell'operazione intendo, ed il risultato era cicrobacter koseri, anche all'epoca mi pare il dott, Cavallini ci disse che non era aggressivo apparte alcuni ceppi che facevano i " matti", ora mi chiedo è possibile che tutti questi batteri poco aggressivi arrivino a rendere gli spermatozoi quasi immobili? e poi, nello spermiogramma risultava batteri:assenti.... sinceramente credo che questo tipo di batterio sia presente in molti spermiogrammi di molti babbi, deve esserci qualcos'altro che non va.....e
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

quello che ci scrve potrebbe essere vero, comunque a questo punto con le indagini fatte bisogna sentire in diretta il suo andrologo di fiducia e poi, ricevute le sue indicazioni precise, ne potremo discutere.

Un cordiale saluto.
[#17] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Approfitto della sua disponibilita',
sicuramente con il referto dell' ecografia ci sarà piu margine di confronto, pero' visto che ormai credo che la causa sia quel varicocele, ci sara rimasta qualche vena e dovra' di nuovo operarsi per la 4 volta, mamma mia....
mi chiedevo, ma perche quel numero è triplicato, puo una o due vene varicose rimaste aperte causare questi problemi? Il radiologo ci aveva detto che ne aveva un'infinita' che pero' era certo di averle chiuse tutte..ne sara scappata una o al massimo due, martedi vedremo.
Abbiamo gia sentito per telefono il nostro andrologo e lui sicuramente ci prescrivera' un antibiotico per entrambi....ah un 'altra cosa mio marito spesso usa una pomata a base di cortisone, ha una lieve dermatite seborroica sui testicoli, la usa saltuariamente , puo essere un problema?
non la disturbero piu, fino a martedi!!
grazie milla
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

tranquilla sulla pomata usata .

Le altre considerazioni a dopo la valutazione andrologica.

Un cordiale saluto.
[#19] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,
ecco qua il referto:
ecocolordoppler testicolare

normali didimi e epidimidi. A destra non si rileva reflusso nel plesso pampiniforme. A sinistra permane un varicocele di II grado in esiti di intervento di scleroembolizzazione di varicocele V grado.

come volevasi dimostrare.. adesso chiedo un opinione a cui daro il peso dovuto visto il contesto, pero chiedo un minimo di sbilanciamento.

Faccio una piccola sintesi della nostra storia, mio marito ha 28 anni, alto 1,78 e peso di 68 kg circa, ha uno stile di vita regolare, non bene alcool, non fuma,mangia " sano", pratica palestra per 3 volte alla settimana e cmq ha sempre praticato sport di vario tipo dal calcio al ciclismo.
non so se è rilevante ma ha una temperatira corporea di 37°.
Sin dall'eta dello sviluppo ha riscontrato il varicocele, inizialmente solo a sx ma ben presto si è esteso anche a dx, la prima operazione risale all'eta di 18 anni, con intervento chirurgico; la seconda a 24 anni sempre con la stessa tecnica, sono stati interventi senza un minimo di risultato.
Nel 2008 la decisione di approdondire il problema ancora di piu', abbiamo deciso di cercare un figlio e quindi ci siamo rivolti a un centro specializzato in problemi di fertilita', il primo spermiogramma che risale a gennaio del 2009 risultava cosi:
volume: 1,9
nuemero spermatozoi( mil/ml) 21
totale spermatozoi ( miliomi) 39,9
batteri: presenti
leucociti : numerosi
motilita rettilinea:0
motilita rettilinea lenta basale:15
spermatozoi normali: 19%
anomali 81

facciamo un ecocolordoppler scrotale e prostatico transrettale.

didimi regolari, per forma, volume ec ecostruttura indenne da lesioni focali.deferenti regolari.sacchi vagianali:non versamenti endovaginali.funicoli:varici bilaterali. borse scrotali:regolari.
ecodoppler: evidente reflussobilaterali in ortostatismo. arterie spermatiche nella norma. non ernie inguinali.
Reni in sede, regolari per tutti i caratteri con renella bilaterale.
vescica: vuota, non valutabile; sbocchi uretrali liberi; base non sollevata.RPM: assente.
prostata endorettale: biometria nei limiti( 40x21x35mm); non ipertrofia prostatica.
echi interni disomogenei. edema modesto, calcificazioni del lobo sx, esito di pregresso ascesso, non cisti. asse eiaculatorio:non segni di ostruzioni. zona periferica indenneda lesioni focali. vascolarizzazione regolare.vescicole seminali da stasi. vasi periprostatici regolari.
conclusioni:
renella bilaterale, varicocele bilaterali di IV-Vgrado, lieve prostatite.

la cura è stata di antibiotici a piu cicli e l'uso di un integratore " proxeed"

molto simile era lo spermiogramma di marzo 2009

l'unica variazione riguardava il numero:
volume 3,1
numero spermatozoi 23
totale spermatozoi 71,3
batteri : presenti

facciamo una spermiclutra:
ericobacter koseri

L'androlo ci indirizza verso l'operazione ci consiglia la scleroembolizzazione, andiamo a carrara dal primario di radiologia.
il 13 maggio mio marito si opera, l'operazione durera piu di un' ora, il medico tenta di chiudere tutte le vene, parla con mio marito durante l'operazione dicendogli che è pieni di vene varicose e che nelle precedenti operazioni non era stato chiuso un bel niente.

a luglio facciamo il primo spermiogramma dopo l'operazione:
volume:4,0
nuemro spermatozoi ( mil/ ml) 40
totale 160 milioni
leucociti: rari
batteri : assenti
motilita rettiline veloce basale:0
motilita rettilinea lenta basale: 10
spermatozoi normali:11%

aspettiamo qualche mese in piu e a settembre ripetiamo l'esame
volume:3,0
numero spermatozoi:88
totale spermatozoi:264
leucociti alcuni
batteri : assenti
motilita veloce: 0
lenta:5
spermatozoi normali 7%

facciamo un 'altra spewrmiclutura
clamidia negativo
micoplasma : negativo
germi: enterococcus faecalis

sentiamo il nostro andrologo telefonicamente, ci dice di ripetere l'ecografia e ci rechiamo di nuovo a carrara, ho gia scritto il referto; mardedi andremo a pisa dal nostro androlgo.

Potete immaginare, il radiologo si è reso disponibile ad un nuovo intervento, l'ultima parola all'andrologo, potete immaginare il nostro caos mentale.
Ora vi chiedo un opinione, vi ho dato tutti i dati degli esami fatti, è tutto cio che ha in mano l'andrologo con ovviamente la visita in piu.
cosa cnsigliereste voi?
grazie
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora,

la situazione di suo marito è veramente complessa e particolare e quindi qualsiasi cosa qua detta può essere smentita dal primo collega che giustamente e correttamente potrà valutare in diretta suo marito ma io personalmente mi fermerei qui con il discorso chirurgico e cercherei, in funzione di tutto il vostro quadro clinico, compresa la sua situazione ginecologica, altre strade.

Mi sembra tra l'altro che come coppia non avete ancora superato i "raccomandati" e fatidici 24 mesi di tentativi indirizzati a cercare un figlio.

Un cordiale saluto.
[#21] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
salve,
cosa intende per altre strade? mi scusi, non si preoccupi di essere smentito , noi abbiamo bisogno di nuovi pareri di persone esperte, lo so che la visita diretta ha la sua rilevanza ma credo di averle dato un sacco di dati, puo' essere piu preciso?
Mi soddisfa sentire dire che lei è sfavorevole all'intervento, spero lo sia anche il nostro andrologo, sinceramente non credo che una quarta operazione possa risolvere il problema ma cosa intende per altre strade?
intanto, lei ci consiglia di fare l'antibiotico o no? nello spermiogramma non risultava avere batteri ma nella spermiocltura si.... non vi è indicata nemmeno la carica.. il 17 novembre ha un altro spermiogramma....
forse, la strada che intende è l'inseminazione?
ah un 'altra cosa, la costrizione degli indumenti intimi puo' essere un aggravante?
io la sola indagine ginecologica che ho svolto è la visita e l'ecografia che cosi diceva:
indico la dicitura che credo importante; utero ad ecostruttra regolare, retroverso, con diametro AP di 32,5 mm e LONG di 65mm.
ovaio dx con diametri di 26x28x41 mm con ecostruttura mista con cisti a contenuto misto siero ematico di 18 mm e altre periferiche liquide.
ovaio sx con diametri di 24x22x26 mm ad ecostruttura multifollicolare.
nel douglas piccola raccolta liquida.
ho u ciclo regolare di 30 gg ,ho usato per 3 mesi gl istick persona per osservase l'ovulazione, conosco la mia fase luteale è di 17 gg, riesco quindi a risalire al gg dell'ovulazione; mi osservo molto e il ciclo regolare mi aiuta. La mia ginecologa non mi ha consigliato esami particolari.

Lo so che è complicato il nostro caso, mi accorgo di questo perche sia il radiologo che il nostro adrologo non riesce a darci spiegazioni, spero ce le dia martedi ma ci credo poco.
il quesito ch piu mi tortura è perche la produzione aumenta........ma tutto il resto no?
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

purtroppo le altre strade sono veramente molte, ci vorrebbe un trattato di andrologia per indicarvele tutte e soprattutto per segnalarvi quella giusta.

La vostra strada può essere indicata solo se si conosce molto bene ed in diretta tutta la vostra situazione clinica che ripeto è particolare e complessa.

Un cordiale saluto
[#23] dopo  
Dr. Giuseppe La Pera
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
gentile Signora concordo con il collega Giovanni Beretta, che è uno dei milgiori andrologi italiani, sul fatto che la sua situazione è complicata dall'impossibilità di verificare alcuni passaggi della sua situazione che autorizzerebbero a fare delle scelte terapeutiche diverse.
Siamo di fatti di fronte ad una situzione nella quale si dovrebbe prendere una decisione se aspettare e stare a vedere che succede o fare delle scelte terapeutiche in forte contrasto tra di loro da un antibiotico, ad un ulteriore intervento chirurgico alla inseminazione cosidetta artificiale .
Mi arriva attraverso le sue parole un senso di frustrazione, ansia preoccupazione con alcuni passaggi del suo ragionamento incomprensibili dovuti probabilmente ad una comunicazione che attraverso lo schermo diventa impossibile.
Vorrei poterla aiutare ma da qui diventa molto difficile anche perché mancano alcuni elementi strategici essenziali quando come nel suo caso non si vedono i risultati. Quali sono questi elementi? Ne ricordo solo alcuni

1 non sono in grado di stabilire se il liquido seminale di suo marito è stato analizzato con un metodo attendibile
il che metterebbe in discussione tutto il ragionamento fin qui fatto

2 non è dato capire, senza avere i dati in mano se la presenza di batteri sia la conseguenza di una reale infezione o se invece , come molto spesso succede, i batteri sono dovuti alla contaminazione del liquido durante la fuori uscita o raccolta. L'uretra infatti dove passa lo sperma è fonte di contaminazione per in comunicazione con l'esterno

3 non si capisce se esiste un varicocele destro spesso sottovalutato ed il volume e la consistenza testicolare

4 non si puo esprimere un giudizio circa invece la situazione del varicocele sinistro . Nel mio Ospedale dove abbiamo una casistica di oltre 5000 scleroembolizzazione per varicocele le spirali non le usiamo da molto tempo ed usiamo una sostanza sclerosante chiamata Trombovar . che cosa c'è scritto sull'atto operatorio che lei non descrive? Anche questo passaggio va controollato per capire se il problema esiste e se esiste vada ancora trattato con una nuova tecmica di embolizzazione questa per via anterograda chiamata scleroembolizzazione secono Tauber .

5 non si può sapere come sta la prostata di suo marito la sua consistenza all'esplorazione rettale e la sua dolorabilità

6 non sappiamo se lei ha una ostruzione delle tube e se sistono le condizioni per fare la cosidetta isterosalpingo grafia

7 non è stata analizzata la vostra situazione genetica . siete due individui con un patrimonio genetico "normale" ?

potrei andare avanti con molti altri passaggi che non sono chiari mi appare invece in modo preoccupante l'immagine che nel suo rapporto con il suo andrologo non sia riuscita ancora a trovare delle risposte che sciolgano l'ansia e l'aiutino a trovare la soluzione migliore per lei e per suo marito.
[#24] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
salve,
la ringrazio in anticipo e ho tutta l'intenzione di rispondere a molti dei suoi punti.

1 il liquido seminale è stato esaminato sencondo " who"

2 non so se ha letto tutta la sintesi della nostra storia, prima di perarsi aveva costantemente i batteri presenti nel liquido, con una eco prostatica, era emerso un leggera prostatite , è stata curata con antibiotici, preciso che mio marito non ha MAI avuto segni di dolore o fastidio per poter pensare a una prostatite, cmq è stata curata, purtroppo i batteri sono rimasti e dalla spermiocoltura rusultava avere l'ericobacter koseri, il nostro androlofo ha deciso di terminare con gli antibiotici e passare alla scleroembolizzazione, i batteri adesso nel liquido sono assenti.

3 prima dell' operazione aveva un varicocele del IV/V grado bilaterale recidivo.
L'ultimo ecocolordoppler di qualche gg fa dice che ha reflusso solo al testicolo sx del II grado; a destra nessun reflusso.

5 la tecnica usata dal radiologo é:
il paziente è stato sottoposto a embolizzazione selettiva percutanea trasfemorale delle vene spermatiche, con spirale amagnetiche.

6 mio marito non ha mai avuto sintomi dolorosi.

7 non ho mai esaminato le tube.

8 mai fatte indagini genetiche, cosa dobbiamo fare?

la strada del nostro andrologo è stata quella di fare cicli di antibiotici e l'utilizzo di integratore " proxeed", dopo circa un anno ha deciso per l'operazione che è stata fatta a maggio.
martedi prossimo lo rivedremo ma telefonicamente l'abbiamo sentito prima ha detto che forse cè un 'infezione visto la produzione aumentava ma tutto il resto no, fatta la spermiocoltura ha risultato avere l'enteroccoccus faecalis ,ci ha detto di ripetere l'ecocolordoppler.
Legge molto bene tra le righe la frustrazione è molta, piu che altro è l'assenza di risposte.
cosa dobbiamo fare? credo molto nella vostra professionalita' altrimenti non " perderei tempo" a chiedervi di continuo consulti, non pretendo risposte da voi ma dal mio andrologo, solo qualche parere sul da farsi.
grazie a tutti
[#25] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
siamo appena tornati dalla visita andrologica, siamo molto soddisfatti, in particolare io....
dopo aver visionato tutti i referti è arrivato alla conclusione che l'intervento non si fara'piu', gli ha prescritto il fertiles per 2 mesi, il 17 novembre ha un nuovo spermiogramma e se tutto rimane invariato si procedera per la strada dell'inseminazione; a dicembre faro la mia prima visita al centro.
ah, gli ha prescritto gli esami ormonali da fare, ho chiesto onformazioni sugli esami " genetici" di cui parlava il dott. Giuseppe La pera, ci ha detto che non sono necessari,ce li avrebbe fatti fare se cn l'operazione non fosse cambiato nulla ma qualcosa cè stato la produzione è aumentata... l'andrologo ci ha detto che dal 2008 ad oggi tutti gli spermiogrammi che ha fatto sono andati sempre a migliorare, quindi probabilmente la causa è questo varicocele ,ha parlato di uan bassissima percentuale di avere problemi genetici.... quando tutti i parametri sdi fermeranno procedera per l'inseminazione; a novembre vedremo, se tutti i valori in particolare la motilita rimarra' invariata si procedera' subito, anche perche il varicocele potrebbe di nuovo estendersi e non ha intenzione di perdere tempo.
Ovviamente è quello che volevo sentirmi dire, credevo fosse favorevole alla nuova operazione e invece...ha deciso di dare una svolta a questo problema,provare altre strade come proponevate voi.... ah . a proposito dei batteri ha detto che per adesso non fara' l'antibiotico visto che ha l'esame a maggio nel caso risultasse averne nel liquido ci ha gia prescritto l'avalox per entrambi, lui sostiene che questo batterio non dovrebbe esserci cmq...pero adesso vediamo
che ne pensate della decisione del nostro andrologo?
graza a tutti
[#26] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

da questa postazione, per quel che noi possiamo capire ed intuire, mi sembra che già la decisione di non procedere verso un'ennesima "soluzione chirurgica" sia una strategia saggia e quindi segua a questo punto le indicazioni ricevute dal suo andrologo e buona fortuna.

Se lo desidera comunque ci aggiorni.

Un cordiale saluto.
[#27] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve ,
questa mattina mi sono alzata con un domanda da porvi,che tipo di esami di praparazione dovro' fare?
sono dolorosi? ho la necessita' di praparmi "mentalmente"...secondo voi cosi a colpo d' occhio nel caso io fossi " sana" a che tipo di inseminazione dovremmo ricorrere?
grazie mille
[#28] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

questa sarà una decisione clinica che potrà essere presa in diretta solo dal team che vi sta seguendo.

Se desidera avere più informazioni dettagliate sui complessi problemi che possono nascere in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=81909

Un cordiale saluto.
[#29] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve, sono appena arrivati i risultati dell'esame ormonale:

T.S.H 2,090 v.d.r. 0,400-4,000

fT3 3,03 v.d.r. 1,80-4,80

fT4 1,13 v.d.r. 0,89-1,76

LH 1,7 v.d.r. 1,0-9,0

FSH 6,6 v.d.r. 2,0-15,0

PROLATTINA 11,70 v.d.r. 2,6-13,0

TESTOSTERONE 2,91 v.d.r. 1,75-7,80

TESTOSTERONE LIBERO 10,64 v.d.r. 5,50-45,00

è tutto nei limiti ma mi sembrano un po bassini questi valori,che ne pensate?
Ieri mio marito ha eseguito un nuovo spermiogramma, a giorni arrivera il risultato, abbiamo contattato il nistor andrologo e anche lui ha sostenuto ma mia teoria che i valori sono un pochino bassi, aspettiamo il risultato dell'esame per inziare una cura ormonale , deve decidere se di Lh o testosterone......
ma questi valori possono essere causa di questa motilita' bassa? è un ulteriore problema non da sottovalutare? grazie


[#30] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
ho navigato un po su internet per informarmi il piu possibile sui valori ormonali...pare che con testosterone basso debba esserci un problema di erezione o almeno di mantenerla, non è il caso di mio marito, al massimo a avuto un leggero calo del desiderio ma ripeto leggero, e sinceramente l'abbiamo associato alla non riuscita nel concepire... non viene tanto consigliato l'uso di farmaci per il testosterone ai fini riproduttivi...ho proprio bisogno di un parere...ho letto che in alcuni casi puo peggiorare il tutto..e poi in fondo è nei limiti anche se per poco..bho ditemi voi
grazie
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

mi sembra che le sue ricerche telematiche, anche se un pò "affannose", le abbiano però dato una corretta informazione e quindi io personalmente raccomando una certa attenzione all'uso di ormoni quando questi sono sostanzialmente nei limiti della norma.

Comunque attendiamo a questo punto le indicazioni che riceverete in diretta dal vostro andrologo .

Ricevute poi ci aggiorni.

Un cordiale saluto.
[#32] dopo  
Dr. Giuseppe La Pera
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
gentile Signora,
concordo con il collega nell'aspettare le indicazioni del vostro andrologo. In relazione ai valori ormonali colgo l'occasione per chiederle se dall'ecografia è disponibile il volume testicolare in millilitri e l'altezza e il peso di suo marito.
Inoltre suo marito è soggetto a mal di testa?

un cordiale saluto
[#33] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
allora dalla ecocolordoppler fatto un anno fa, quindi qualche mese prima dell'operazione, l'unico dato riguardante i testicoli è.... didimi regolari, per forma e volume( sin9.5cc, ds 13 cc) nell'ultimo ecocolordoppler si parla solo di didimi normali e epidimidi.... nient'altro riferito ai testicoli se non in riferimento al varicocele che dal v livello a sx adesso lo ha al II , a ds non risulta piu avere reflusso.
Mio marito è alto 178 cm e pesa circa 66 kg, in questo periodo sta eseguento una dieta a base di proteine, ha ripreso l'ativita' fisica , usa un integratore alimentare, super mega mass della weider per aumentare la massa muscolare....l'andrologo un mese fa gli ha prescritto il fertilex per 2 volte al gg .
Non soffre di mal di testa.
Io sinceramente non so cosa si aspetta il nostro andrologo da questo spermiogramma, non credo ci saranno grandi cambiamenti dall' ultimo di un mese e mezzo fa.. ha rimandato la decisione all' arrivo del referto ed ha fatto bene ma bho....nel caso sia tutto invariato che si fa............io dopo le cose che ho letto qua e la saro' contraria all'assunzione di questi ormoni, lo so sono bassi ma qualcuno parla di peggioramenti del liquido, ci mancherebbe anche questo....ah un'altra cosa non so se c'entra mio marito ha pochissima peluria, anche la barba cresce un po a " zone" ...
non ci capisco piu nulla, spero arrivi presto questo esame..
grazie
[#34] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara Signora ,

non entri in inutili vortici di ansie non controllate e senta le indicazioni che a questo punto vi darà il vostro andrologo e poi ci aggiorni.

Un cordiale saluto.
[#35] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve ,rieccomi con il risultato dello spermiogramma:

vi elenco gli elementi significati...

volume(ml)3,3
numero spermatozoi( mil/ml) 54
totale spermatozoi( milioni)
leucociti numerosi
batteri presenti cellule epiteliali presenti
detriti presenti
cellule spermatozgen. (mil/ml) alcune
materiale lipidico assente
cristalli assenti
agglutinati rari
dimensioni agglutinati medi
emazie rare
protozoi assenti
altro: macrofagi
motilita rettilinea veloce basale% 5
motilita rettilinea lenta basale% 10
motilita non rettilinea basale% 35
immobili basali% 50

spermatozoi normali 9%
anomali 91%

bho..........ditemi voi...
grazie
[#36] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

dalla presenza di numerosi leucociti e di una motilità ed una morfologia normale degli spermatozoi ridotte, si potrebbe anche pensare ad un problema infiammatorio ma a questo punto bisogna, per una corretta e precisa diagnosi, riconsultare in diretta il vostro andrologo.

Un cordiale saluto.
[#37] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
ovvio ho contattato subito il nostro andrologo,ed ha confermato l'infiammazione, mio marito aveva fatto gia una sperimociltura un mese fa circa, risultava avere il faecalis....per sicurezza glil'ha prescritta di nuovo, io venerdi faro' un tampone e volendo anche un pap test visto che non lho mai fatto, ecografia e visita ginecologica; ho paura di essere io la causa dei batteri, perche dopo la scleroembolizzazione per due mesi abbiamo avuto rapporti protetti e quando, sempre dopo due mesi mio marito ha eseguito uno spermiogramma non risultava avere piu batteri ,da quando abbiamo ripreso la ricerca eccoli che riappargono....
io non ho sintomi, bruciori, nulla di nulla....ed anche mio marito non avverte fastidi di nessun tipo, davvero non sappiamo piu che pensare....saro io? sara il varicocele che sta prendendo margine, avra la prostata, cosa!!? abbiamo passato un anno e mezzo cosi......non cè traccia di una svolta!
grazie e scusi lo sfogo
[#38] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

non si lasci travolgere da una inutile ansia!

Attendiamo le nuove indagini proposte dal collega e poi si potrà rivalutare la vostra complessa situazione clinica.

Un cordiale saluto.
[#39] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
salve,
per adesso abbiamo deciso di aspettare per curare questa infiammazione con l'avalox; abbiamo deciso di rivolgerci subito al centro specializzato in infertilita' di coppia al santa chiara di pisa, basta con questi antibiotici , ormai è un anno, è ora di provare nuove strade....poi cmq ci rifarebbero fare tutti gli esami da capo e tutto volgiamo che perdere tempo,io in piu sono molto preoccupata ieri mi è tornato quel dolore fortissimo tipo colica di reni,solo al limite dell'ovaia , soffro di ovaio policistico e tramite ecografie ho riscontrato avere alcune cisti follicolari che pero con la seconda ecografia sembravano scomparire, erano anni che non ricompariva questo dolore ed il panico mi ha assalita,non mi torna perche il genere mi prendava vicino ai giorni di ovulazione ,stavolta subito dopo la fine della mestruazione.....ho avuto un colloquio con una ginecologa, la mia si è trasferita, un'ignoranza pazzesca, mamma mia....ritengo che il nostro andrologo siao piu informato e professionale di lei... volevo cmq un perere su questo centro, il responsabile è il dott, vito cela...
grazie mille
[#40] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

non faccia nomi inutili di colleghi in questa sede, poi le possiamo comunque dire che il Centro pisano è ben conosciuto e quindi si affidi alle indicazioni cliniche che le daranno i colleghi che lì vi lavorano.

Un cordiale saluto.
[#41] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
finalmente qualche buona notizia.......
20 gg fa mio marito ha esegioto una spermiocltura ed ha risultato avere: escherichia coli/ citrobacter diversus/ koseri e enterococcus faecalis

solo per scrupolo mio marito ha eseguito uno spermiogramma 1 settimana fa, il risultato è il seguente:


volume 3,6
numero spermatozoi ( mil/ml) 113
totale spermatozoi( milioni) 406,8

batteri: assenti

motilita' rettilinea veloce basale 5%
motilita' rettilinea lenta basale 20%
motilita' non rettilinea basale 55%
immonili basali: 20%

spermatozoi normale: 21%
anomali: 79

di tutto mi aspettavo che questo risultato, è il primo spermiogramma positivo.....ma come è possibile , risultava avere 3 germi e dallo spermiogramma nulla...

da dopo la scleroembolizzazione non ha mai preso un antibiotico.. è una buona notizia, vero?

purtroppo ora che è migliorato lui , pare abbia dei problemi io, ho fatto la visita al centro fi infertilita' di coppia e il ginecologo dopo un'eco mi ha detto che ho alcune cisti che sicuramente sono da endometriosi......quindi faro una laparoscopia.....ci sono rimasta molto male perche nessuno prima me lo aveva detto e inoltre il mio corpo non mi ha aiutata, infatti non ho alcun sintomo di questo problema, ciclo regolare, mestruazione di 5 gg con dolore al primo e basta...insomma sapevo di avere l'ovaio policistico non l'endometriosi...........cmq lui è sembrato certo...poi mi ha detto che l'endometriosi cè anche asintomatica e che sono fortunata in questo.mha.....
cmq per lo meno mio marito è migliorato....faccio bene ad essere ottimista?
grazie e scusate lo sfogo
[#42] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice ,

sempre bisogna essere ottimisti è sempre l'atteggiamento giusto e capace di superare molte difficoltà.

Detto questo poi la vostra storia clinica è una conferma che un problema di infertilità e quasi sempre un problema di coppia.

Segua a questo punto le indicazioni ricevute e, se desidera poi avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=81909

Un cordiale saluto.

[#43] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,
sono passati 2 mesi e mio marito ha eseguito un nuovo spermiogramma; nel frattempo io sono stata sottoposta a una laparoscopia con la rimozione di 2 cisti endometriosiche; tube pervie. Ho gia' eseguito il controllo ed è tutto ok. tra 10 gg terminero' la pillola e riprenderemo la ricerca.
Vi elenco i dati significativi dello spermiogramma, ci sono delle variazioni rispetto a quello di due mesi fa

VOLUME 3,9
NUMERO SPERMATOZOI MIL/ML 94
TOTALE SPERMATOZOI MILIONI 366,6
LEUCOCITI NUMEROSI
BATTERI PRESENTI
MOTILITA RETTILINEA VELOCE BASALE 0
MOTILITA RETTILINEA LENTA BASALE 15
MOTILITA NON RETTILINEA BASALE 40
IMMOBILI BASALI 45
FORME NORMALI 17%

è di nuovo peggiorato! ma perche?
il peggioramento è dovuto alla presenza dei batteri?
che fare?
l'altra volta non ha eseguito nessuna cura di antibiotico.......
lunedi ha la visita andrologica.

Con questo spermiogramma quante possibilita' ci sono?
grazie
[#44] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

purtroppo non siamo dei maghi e non possiamo fare previsioni su una possibile fertilità di coppia solo da un esame del liquido seminale.

Faccia fare al suo compagno la visita andrologica "reale" e poi ci aggiorni.

Un cordiale saluto.
[#45] dopo  
Utente 773XXX

Iscritto dal 2008
Salve,

Non vi chiedo di fare i " maghi" e soprattutto non vi chiedo consulti dopo un solo spermiogramma!
Sono due anni che scrivo del nostro problema;
mio marito ha subito una scleroembolizzazione, varie ecografie, esami del liquido, spermiocolture e cure con integratori e antibiotici.
Sicuramente avro' pretese maggiori dla nostro andrologo , chiedovo solo un' ipotesi e non un "verdetto".
I prossimi sei mesi , a detta del mio ginecologo,sono i migliori e vorrei tanto ci fossero tutti i parametri da entrambe le parti.......
Con l'ultimo spermiogramma è possibile un concepimento?
grazie mille
[#46] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

per avere un "concepimento" basta teoricamente, se consideriamo solo la componente maschile, uno, dicasi uno, spermatozoo possibilmente normomobile (cioè con motilità rettilinea veloce o lenta) e morfologicamente normale.

Dall'esame che ci allega si può deduure che questa condizione è "rispettata".

Sul peggioramento della qualità del liquido seminale di suo marito lei ha già fatto delle considerazioni "possibili" che però solo il suo andrologo le potrà confermare dopo una attenta riconsiderazione di tutta la complessa situazione clinica di suo marito.

Per altre deduzioni, considerazioni o previsioni future le ripeto bisogna sentire un mago, se ci crede!

Un cordiale saluto.