Utente 296XXX
gentili dottori sono molto preoccupato.le mie ultime analisi danno questi risultati:glicemia 104(70-110),creatinina 0.87 (0.7-1.4),alfa amilasi 318 (27-102),ggt 19(3-50),colesterolo totale 168(0-240),colesterolo hdl 55(>35),trigliceridi 71(55-175),fosfatasi acida 5.1(0-6.5),fosfatasi acida non prostatica 4.7(0-3.5),fosfatasi acida prostatica 0.4(0-2.6).sto per effettuare ulteriori analisi che prevedono anche marker tumorali ed ecografie.penso di avere un ottimo medico di famiglia, ma mi piacerebbe avere il parere di uno specialista:la glicemia , anche se e' nei valori, e'comunque alta se correlata con l'amilasi e la fosfatasi? vi ringrazio e vi saluto cordialmente.
[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'amilasi alta (non sappiamo se salivare o pancreatica) puo' indicare parotite o pancreatopatia generica (pancreatite, abuso alcolico, neoplasia pancreatica, spasmo dello sfintere di Oddi da abuso di oppiacei, altre cose che possano fare effetto sul duodeno). La fosfatasi acida non si usa piu' molto, comunque e' usata come marcatore prostatico, nel suo caso e' a posto.

La glicemia e' al limite della norma, ma in un 48 che mangia non farei drammi. Il resto va bene, e' in terapia con statine per abbassare il colesterolo?


[#2] dopo  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,
i suoi esami non destano particolare preoccupazione... a parte per l'iperamilasemia.
Purtroppo è un dato isolato che per essere interpretato necessita di una correlazione con la sintomatologia (ha dolore addominale? storia di calcolosi biliare? storia di pancreatite? beve alcol?...). Utile è anche il dosaggio delle lipasi (permette di differenziare l'iperamilasemia salivare da quella pancreatica). Indispensabile l'esecuzione di una ecografia dell'addome.
Se tutti questi esami dovessero risultare negativi, potrebbe trattarsi di una macroamilasi... Ma è una diagnosi di esclusione!
Resto a disposizione
Giovanni D. Tebala
gtebala@medicitalia.it