Utente 103XXX
Buongiorno ho 28 anni e da 8 anni a questa parte mi sono accorta di avere il colesterolo alto quasi sempre sopra i 270/280, negli anni ho fatto varie diete alimentari con temporaneo abbassamento del livello del colesterolo, ma quando ripredo un alimentazione normale il livello risale subbito.
10 gg. fà ho rifatto le analisi e il livello di colesterolo era 290 e a differenza delle altre volte ho trovato anche i trigliceridi sopra la norma 230, amilasi 132, HDL 44.
Il mio medico mi ha prescritto anche una ECOCOLORDOPPLERGRAFIA EPATOBILIARE, con risultato: fegato aumentato di dimensioni ad ecostruttura brillante steotosica.

adesso sto facendo una dieta alimentare evitando cibi grassi, e assumo 1 c. di deursil 300 dopo pranzo e una b. di legalon dopo cena e prendo anche 2 pillole di cholesterol dopo i pasti.

SONO PARECCHIO SPAVENTATA
COSA NE PENSATE?
E LE PILLOLE DI CHOLESTEROL-(ARD) POTREBBERO ESSERE SOSTITUITE CON UN ALTRO FARMACO CON LE STESSE CARATTERISTICHE MA MENO COSTOSE? SE SI QUALE
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, dal tipo di assetto lipidico potrebbe ipotizzarsi una dislipidemia familiare. Bisogna innanzi tutto valutare se nella sua famiglia ci sono altri membri con assetto lipidico alterato. Dopo di che intraprendere una dieta ipolipemizzante per poi valutare nuovamente colesterolo totale, HDL, trigliceridemia ed LDL (quest'ultimo calcolabile tramite una formula validata), ponendo attenzione all'aspetto del siero (bisogna specificatamente richiederlo al laboratorio). Si ricordi di effettuare il prelievo di controllo con almeno 12 ore di digiuno, ottenibile anticipando la cena della sera precedente. Eseguirei, inoltre, un EcocoloDoppler T.S.A. (Tronchi Sopra Aortici), ossia dei vasi del collo. Per quanto riguarda un eventuale trattamento farmacologico userei una statina, che tra l'altro in caso di forma familiare, le spetterebbe in fascia A con la nota 13. L'uso dei fitosteroli e della poglucosamina (Cholesterol), potrebbe ipotizzarsi un'utilità, al limite (ma molto al limite) come coadiuvante. Da quanto ha riferito non vedo l'indicazione all'acido ursodesossicolico (Deursil); ha calcoli in colecisti? Qualora la risposta fosse positiva, meglio la formulazione "RR" del medesimo farmaco, da assumere la sera,dopo cena, come suggerito dall'EBM (Medicina Basata sulle Evidenze).
In attesa di sue nuove.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
intanto grazie della risposta.

il deursil mi è stato prescritto perchè quando ho fatto l'ECOCOLORDOPPLERGRAFIA EPATOBILIARE si sono accorti della presenza nella colicisti di accumuli di colisterolo e di polipetti alle pareti della colicisti.

approfitto della sua cortesia per fagli qualche altra domanda:

secondo lei la cura con legalon per disintossicare il fegato e efficace o bisognerebbe fare una terapia con qualcosa di + forte tipo tad600?

i polipetti alle pareti della colicisti sono preoccupanti?

l'amilasi sopra la norma da cosa può dipendere?

distinti saluti e molte grazie



[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, in questo caso l'indicazione alla terapia con Deursil c'è. Per quanto riguarda i "polipetti", presumo siano adenomi, neoformazioni benigne che meritano solo un monitoraggio nel tempo.
La terapia "disintossicante" è un nonsense. Da cosa dovrebbe disintossicareil suo fegato? Il Legalon è registrato come epatoprotettore, il cui principio attivo è l'estratto di cardo mariano contenente flavonoidi come Silimarina; ebbene non esistono EBM (evidenze scientifiche) per l'uso di queste sostanze. In parole povere non è dimostrato da nessuna parte che "disintossichino" il fegato, come è pure vero che non fanno male. L'amilasi è espressione della funzionalità pancreatica, preso da solo, questo parametro non significa nulla, la sua determinazione va in coppia con la lipasi e dipende anche da quanto è fuori norma..
Molto Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
grazie
[#5] dopo  
Utente 103XXX

Iscritto dal 2009
mi è stato detto che gli omega3 hanno un efficacia maggiore rispetto alle statine e meno effetti collaterali,
e vero o è la solita bufala?
mi hanno consigliato esapent.
[#6] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, gli omega 3 e le statine sono due "cose" diverse che si utilizzano in situazioni diverse.
Gli omega 3, sono utili nelle ipertrigliceridemie, mentre le statine nelle ipercolesterolemie.
Vero che gli omega 3 hanno effetti collaterali di gran lunga minori, anche se quelli delle statine sono rari, in quanto farmaci ben tollerati. Queste ultime possono dare mialgie, fastidiose ma non pericolose, che nulla hanno a che vedere con la rara rabdomiolisi (danno muscolare).
Molto cordialmente