Utente 138XXX
Egr. dottori,
sono un ragazzo di 34 anni, ho una domanda da sottoporvi.
Mi ê capitato. Ho stimolato oralmente una ragazza, 2 volte per cira 10 secondi l'una, 1 volta solo l'ano, infatti aveva le mestruazioni e mi sono fermato. Non ho fatto sesso con lei. adesso sono a conoscenza che la ragazza ê tossicodipendente, che avuto rapporti con gente di colore (non so se con preservativo), quindi il rischio che sia sieropositiva ê molto alto. Mi sono recato in ospedale e mi hanno detto che i rischi di un contagio sono molto bassi, e i rischi di una prevenzione post espositiva erano molto più alti rispetto quelli di un vero contagio, anche se sieropositiva. adesso ho fatto il test hiv, epatice B e C, sifilide, sono tutto ok, come era prevedibile, lei la pensa come mi hanno detto in ospedale? per essere sicuro quale ê la data sicura per il mio caso? io sono molto ma molto preoccupato.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

nel rapporto orogenitale maschio-femmina il rischio è basso; può un pò aumentare se la donna è mestruata e se il suo sangue va a contaminare la bocca.

Ha fatto i vari test, che, come lei stesso dice, sono risultati prevedibilmente negativi.

Solo per completezza, può dirmi dopo quanto tempo ha fatto il test HIV dal rapporto orogenitale?
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,
grazie per la risposta.
Il test hiv l'ho fatto dopo 1 giorno e mezzo.
Mi è stato detto che se ci fosse stata qualcosa di acuto, si sarebbe già visto.
Non mi sembra di avere avuto il suo sangue in bocca, però basta anche una goccia senza che mi sia accorto penso o no??
Insomma non è che il rischio sia così basso...
Il test con sicurezza è vero che è da eseguire dopo 90 giorni?
grazie.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Fare il test dopo un giorno e mezzo serve solo a stabilire la situazione di partenza, ovvero ad escludere o accertare una sieropositività già presente.

Per accertare un eventuale contagio, un giorno e mezzo è veramente un periodo troppo breve, perchè bisogna considerare il periodo di incubazione dei vari virus.

Dopo un rapporto a rischio il test HIV va fatto ai 30 giorni e ripetuto, se negativo, ai 90 giorni.

[#4] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buon giorno,
grazie per la risposta.
Ho un altra domanda, il test allora non è sicuro a 40 giorni, o 60 giorni, la data è 90 giorni?
Adesso dopo 8 giorni, mi ê venuto mal di gola, un leggere raffreddore, un po di dolori al petto a tossire, e soprattutto una pallina piccola sottocutanea, che il mio medico dice che è una ciste, non ha niente a che vedere questa ciste con la possibili mallattia?
ho anche tanta ansia, paura e panico.
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Il test HIV a 30 giorni dà una sicurezza vicina al 100% (circa 97%); il test a 90 giorni dà una sicurezza pressochè totale.

I suoi disturbi non hanno alcuna correlazione con l'HIV, perchè il contagio è asintomatico e può rimanere tale anche per molti anni.
[#6] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
mi scusi se la disturbo ancora.
volevo solo dirle che ho preso l'appuntamento l'8 gennaio 2010, per il test a 47 giorni dal rischio di contagio.
Sono molto preoccupato, ho male dappertutto, anche se mi sono un pò influenzato, e qualche minimo segnale penso gia alla malattia. i medici mi hanno rassicurato ma sono ansioso.
[#7] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,
le scrivo perchè ho urgente bisogno di un consiglio.
Dopo tutto quello che le ho scritto sul mio caso, oggi ho avuto un rapporto con la mia compagna, che è sicuramente sieronegativa.
Il rapporto è stato protetto, per una sicurezza fino all'esito degli esami, a un certo punto mi sono accorto che si è rotto il presertavio, e immadiatamente sono uscito.
Pensa che sia il rischio per lei? lei ha ancora un pò di mestruazioni.
[#8] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Se non ha avuto eiaculazione col preservativo rotto e se il liquido spermatico non è finito in vagina, non vi è stato rischio di contagio per la sua partner.

D'altra parte anche la probabilità che lei stesso si sia contagiato dal precedente rapporto orogenitale è basso.
Stia tranquillo e affronti con fiducia il prossimo test.
[#9] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
grazie ancora per la sua risposta.
Non ho eiaculato, avevo il liquido che precede lo sperma, però non si è rotto sul glande, che è rimasto coperto, ma lateralmente, infatto immediatamente quando l'ho estratto era ancora coperto.
Certo non ho la sicurezza al 100% che non sia finito in vagina.
Però come lei dice, devo proprio essere sfortunato per essere stato io infettato e in questo rapporto avere infettato.
Le faccio un altra domanda, è possibile per un uomo infettarsi con il latte materno (che so che contiene il virus) se uno bacia un capezzolo e succhia un pò di latte?

La ringrazio ancora e buone feste.
[#10] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Il latte materno contiene il virus; quindi la risposta è SI'.
Logicamente, se la quantità di latte è esigua, il rischio non equivale a quello di un rapporto sessuale completo.
[#11] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,
mi scusi ancora se la disturbo.
Le vorrei fare una domanda.
Nel mio caso che malattie posso rischiare di avere contratto? ( a parte HIV, epatite b e c)
Non so, sifilide? gonorrea, clamidia, ecc.. e dopo quanto tempo si manifestano e in che modo, grazie tante.
domani faccio il test a 47 giorni.

[#12] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Le malattie a trasmissione sessuale sono tante e mi è impossibile qui elencarle tutte; ciascuna ha una sua tipica manifestazione clinica o locale o sistemica e ciascuna ha un suo specifico periodo di incubazione.

Se vuole rassicurarsi del tutto, le consiglio di consultare di persona un infettivologo o un venereologo.

Cordiali saluti.
[#13] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,

mi scusi se la disturbo ancora.
Quando ho contattato l'infettologo, mi ha fatto fare subito il test per la sifilide, ed epatiti, per escludere gia di partenza anche le altre malattie.
Adesso non vorrei fare altre analisi e poi rifarle fra 1 mese nuovamente.
L'infettologo non mi aveva parlato nel mio caso esplicito di rischi di altre malattia che potevo aver contratto.
Io sto bene, ho solo riscontrato 2 cose:

dopo 1 settimana, mi sono ammalato, non febbre, ma mal di gola, raffreddore, dolori al torace, quando si prende una normale influenza. Ho preso dei normali medicamenti, però ancora adesso,non è mai veramente passata, ho raffreddore, mal di gola, dolori al torace, e tanto catarro.

Nel mio sperma, (non ho mai fatto caso se ci fossero anche prima), ci sono dei piccoli filamenti, di colore simile allo sperma, e anche un pò più giallini, che sono non liquidi, ma filamentosi, veramente piccoli, circa 0,5 millimetri.

Adesso le chiedo, pensa che possano essere sintomi di qualche malattia? cosa? Non so veramente se nel mio caso, quale rischi e quanti rischio ci sono stati di contrarre altre malattie.
grazie
[#14] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
mi sono dimenticato una cosa importante a complemento della mia domanda.

Da qualche anno (6 o 7 anni), mi viene 2 o 3 volte all'anno, quando mi rado il pizzetto, facendo il contro pelo, l'herpes alle labbra, sempre e solamente nello stesso punto, mai da un altra parte. Non sempre, 2 o 3 volte, è raro.
Mi è rimasto, sempre in questo punto, il labbro leggermente un pò gonfio, come se ci fosse qualcosa sotto.
Adesso volevo sapere si può fare qualcosa affinchè non venga più? una cura?
Praticando il cunnilingus, ci sono rischi per me o per lei?
grazie.
[#15] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Non faccia caso a come si presenta lo sperma; nel caso che abbia qualche sintomo particolare, consulti di persona un infettivologo o un andrologo

Bisognerebbe chiarire che tipo di herpes ha sulle labbra; i rischi del rapporto orogenitale è quello di trasmetterlo al partner; in questo articolo trova le spiegazioni del caso
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=56133

Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,

volevo solo farle sapere che ha 90 giorni, ho effettuato il test, èd è risultato negativo a tutto (HIV, sifilide, epatatiti, ecc..)

La ringrazio ancora per le sue risposte, la sua gentilezza, ed il suo appoggio.
[#17] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Bene così, ed è come prevedevo.

Un cordiale saluto
[#18] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno dottore,
le vorrei fare una domanda a titolo cautelativo..
Il contatto pene vagina, senza penetrazione vera e propria, con sfregamento di pochi secondi, (con vagina umida e pene con liquido), è a rischio HIV?
grazie
[#19] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
è a rischio HIV, ovviamente quanto più a lungo vi è il contatto fra pene e vagina più aumenta il rischio