Utente 139XXX
Salve
Quello che vorrei esporre è un caso di masturbazione manuale durata 3-4 minuti senza profilattico che ho avuto con una prostituta di strada circa un anno e mezzo fa.
C'è stato solo quello da lei a me. Ho letto che non
dovrei essere stato a rischio anche qualora avesse liquidi infetti provenienti
da altri incontri precedenti sulle mani e non ricordo sanguinamenti evidenti nella sua
mano nè sul fazzolettino ustao quando mi ha asciugato dopo l'eiaculazione ma non ne sarei certo al 100% poichè era buio. Tornando a
casa mi sono lavato accuratamente non riscontrando (almeno così ricordo) tagli
o ferite sanguinanti nè macchie sugli sleep. Dico "almeno così ricordo" perchè non saprei dire se c'era qualche minima escoriazione o taglietto dovuti alla stessa masturbazione con magari fuoriuscita di una minima quantità di sangue. Qualora ci fosse stata sarebbe cmq attribuibile alla masturbazione poichè al 99% son sicuro di non aver avuto tagli evidenti o ferite aperte tipo quelle da rasatura anche perchè credo mi sarei allarmato molto e avendo messo un disinfettante tornato a casa(analcolico) avrebbe bruciato quando mi lavavo.
Da allora non ho avuto problemi se nn dopo qualche mese all'inizio dell'inverno.

Infatti, circa 4-5 mesi dopo, ho avuto la
comparsa di una psoriasi minima che poi si è espansa lentamente nell'arco di un anno dal pube, gomiti e sopracciglia a quasi tutto il corpo. L'evento con la prostiuta era successo credo a Luglio; ma ad Ottobre cominciai ad avere la ricomparsa di queste macchiette sul glande e sulla pelle sottostante, erano rosacee e senza sanguinamenti. Praticamente delle infiammazioni piccolissime (saranno state 4-5 della dimensione di pochi mm) rotondeggianti sul glande e ben definite. Le avevo sempre avute (anche molto prima di quel rapporto) dopo sfregamenti dovuti a rapporti sessuali e a volte anche senza alcun motivo ma questa volta faticavano ad andar via e mi prudevano un pò. Non hanno mai dato sanguinamenti quindi credo non potessano definirsi lesioni a rischio anche nel caso le avessi avute quella sera ma non ne ho la certezza. Tuttavia mi sono allarmato un pò e ho fatto le visite dermatologiche confermanti una sebopsoriasi. Da allora la psoriasi è aumentata in forma guttata e adesso si è finalmente calmata.
Il dermatologo mi ha prescritto degli esami approfonditi per fare della ciclosporina prima che si calmasse. In questi esami c'è anche il test hiv. Adesso ho letto un pò e sono terrorizzato all'idea che tutto sia riferibile non a stress accumulato ma ad un contagio avvenuto in quell'episodio.
Mi chiedo: Se avesse avuto le mani sporche di umori o liquidi infetti
precedenti e io avessi avuto quelle escoriazioni minime dovute alla
masturbazione o le macchiette della psoriasi sul glande potrei aver preso il virus? Avendomi stimolato anche il glande durante la masturbazione ho potuto correre dei rischi?La forma guttata essendo legata ad infezioni è indicativa di contagio?Ringraziandovi aspetto una vostra risposta.
[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli
32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
per quel che riguarda un contagio da HIV può star tranquillo perchè il tipo di rapporto non è definibile come a rischio.
Per quel che riguarda le indagini prima dell'inizio di una terapia per psoriasi con ciclosporina sono daccordo nell'effettuarle magari aggiungendo VDRL e TPHA.

Cordiali Saluti