Utente 135XXX
salve mio padre a il diabete adesso a fatto gli analisi del sangue e vorrei sapere come sono
GLUCOSIO:152
MICROALBUMINURIA:299,0
EMOGLOBINA GLICOSILATA:6,5
esame chimico fisico urine
GLUCOSIO,CORPI CHETONICI BILIRUBINA,EMOGLOBINA,NITRITI:ASSENTI
PH:5,5
PROTEINE:44,2
VORREI SAPERE SE SONO APPOSTO I VALORI GRAZIE

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente, la glicemia a digiuno è sicuramente ottimizzabile, mentre consulterei appena possibile il diabetologo di suo padre per segnalare il valore della microalbuminuria che è eccessivamente elevato.
Il valore dell'emoglobina glicosilata è accettabile, l'importante è che non ci siano episodi di ipoglicemia.
Quanti anni ha suo padre? Che terapia assume? Da quanti anni è diabetico? Soffre di altre patologie? Se mi darà queste risposte sarò in grado di essere ancora più preciso.
Molto Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 135XXX

Iscritto dal 2009
salve dottore grazie per la risposta mio padre ha 57 anni pesa circa 88 kg soffre di diabete e pressione alta da 1 anno assume metformina teva 850 mg dopo pranzo e cena e della pressione la prende di mattina e ramipril 10 mg adesso il dottore di base gli a aggiunto vascoman 20 mg meta pastiglia alla sera.grazie per la sua cortese attenzione aspetto un suo contatto grazie
[#3] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Bene, la terapia farmacologica prescritta a suo padre va tendenzialmente bene, tuttavia merita una ottimizzazione che deve essere fatta dal diabetologo. Il ramipril è un farmaco eccellente per il controllo della pressione arteriosa e in particolare nei diabetici, ma visto il valore della microalbuminuria, terrei in considerazione il passaggio ad una classe simile, di sintesi più recente e che sicuramente ha una maggiore incisività nel controllo della funzionalità renale (mi riferisco agli inibitori dell'angiotensina II o all'ultimo nato, unico nella sua categoria, che è l'aliskiren). Il vascoman fa parte di una classe indicata per i diabetici(calcioantagonisti diidropiridinici) ed è assolutamente indicato. Per quanto riguarda la terapia antidiabetica, innanzi tutto bisogna valutare se esistono controindicazioni, determinando la clearance della creatinina, determinabile con una formula (Cockroft-Gault) o tramite la raccolta delle urine delle 24 ore (ormai meno utilizzata vista l'attendibilità della formula di cui le ho detto, validata dalle Società Scientifiche Nefrologiche). Se mi comunica il valore della creatinina sierica, sarò ben felice di calcolargliela io. Poi sarà necessario valutare i valori glicemici post-prandiali (a due ore dai pasti), per capire se continuare con la metformina, aggiustarne la posologia, o associare qualche altro farmaco.
Sarà inoltre da tenere in conto la valutazione del Fondo dell'Occhio, un ecocolorDoppler dei tronchi sopra aortici (T.S.A.) e l'eventuale prescrizione di una statina.
Tutto quello che le ho detto sembra complicatissimo, ma in realtà è quanto previsto dalle Linee Guida per il "management" del paziente diabetico; per questo le rinnovo il consiglio di fare valutare su padre in ambiente specialistico.
Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.
Molto Cordialmente