Utente 204XXX
Ho 38 anni e soffro di prostatite cronica da 5/6 anni, con i classici sintomi: difficoltà minzionali (minime), dolori (medi), disturbi della libido (consistenti).
Il calo della libido persiste da più di un anno; sono quasi insensibile agli stimoli visivi (una donna "provocante" in treno o il cartellone pubblicitario di biancheria intima per strada...). L'erezione è ok. Sono fidanzato da circa 6 mesi e il mio grado di "coinvolgimento" varia nel tempo, senza raggiungere i livelli che desidererei. In breve, quando facciamo l'amore (non spesso, per problemi "logistici") le cose vanno discretamente, ma non potrei dire di avere sempre quel pensiero...
Le varie terapie per la prostatite hanno avuto risultati modesti, per cui da tempo v'ho rinunciato e continuo ad assumere solo il Rivotril.
Su indicazioni dell'urologo che mi segue e dell'ultimo andrologo consultato, ho fatto i dosaggi ormonali:

FSH 6 mUI/ml
LH 1,7 mUI/ml
Prolattina 10 ng/ml
Testosterone 650 ng/dl
Test. libero 18 pg/ml
DHEA 6 ng/ml
DHEAS 10 ug/dl.

I valori indicati sono mediati su 4 prelievi a distanza di qualche mese l'uno dall'altro.

Secondo l'urologo il testosterone è MOLTO basso. M'ha consigliato l'Androgel. Risultati: nessuno.
L'andrologo, invece, non ha ravvisato particolari anomalie nei valori ormonali. Per stimolare il mio desiderio sessuale, m'ha consigliato il Testim gel.
Risultati: nessuno.

Ciò detto, vorrei capire un po' di cose:

>C'è o non c'è una carenza ormonale?
>Se c'è, da cosa potrebbe dipendere?
>Come ovviarvi? L'uso dei gel mi sembra un palliativo...

Dulcis in fundo: da sempre ho sofferto di una forma di disagio psicologico che penso si possa definire BPD. Ho fatto anni e anni di psicoterapia, molti inutili, gli ultimi utili grazie alla professionalità degli specialisti che ho avuto la fortuna di incontrare. Penso di poter affermare che adesso il mio quadro psicologico sia abbastanza stabile, senza grosse sofferenze.

Ecco il perchè trovo così importante avere le idee chiare sul quadro ormonale: se è ok allora il calo della libido potrebbe essere psicogeno? O ci potrebbe essere dell'altro?

Scusandomi per la lunghezza, ringrazio tanto chi vorrà illuminarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente prima di definire normali o no i suoi esami sarebbe opoprtuno una visita, uroandrologica che possa mattere in eveidenze eventuali problemi in quanto la sfera sessuale è un argomento delicato che va trattato singolarmente per ogni paziente .. ogni paziente è un caso a se e per tale motivo necessita di una terapia specifica ..
cmq il suo testosterone è nella norma (350-1100 ng/dl)per cui penso che rientri sicuramnete in gioco anche una componente psicogena
[#2] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore i valori degli esami da lei riportati sono favorevoli. Ritengo che la problematica poggi parecchio su basi psicogene, per cui la invito a continuare a farsi seguire dal suo urologo e magari prendere anche in considerazione l'idea di consultare uno psicologo sessuologo.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore 20245,

i valori ormonali da lei riferiti non sembrano patologici e , quindi, non riesco a capire la finalità delle terapie consigliatele ( perchè mettere benzina in una macchina con il serbatoio quasi pieno ??).
Forse dovrebbe valutare meglio la sua condizione emozionale o la sua funzione erettile ( qualche volta soggetti con funzione erettile insoddisfacente o insicura tendono a reprimere i loro desideri sessuali, quasi a volerli eliminare)
Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2006
Ringrazio tutti per la gentile risposta.
Come ho scritto, la mia erezione è ok (ovviamente, a 20 anni era più potente...).
Secondo il centro diagnostico dove ho fatto i dosaggi, l'intervallo fisiologico del DHEAS è di 80-560 ug/dl (dove credo ug stia per microgrammi). In tal caso, il mio valore (10/20) sarebbe ben al di sotto del limite inferiore. Non a caso, l'urologo mi prescrisse, oltre all'Androgel, il DHEAS stesso. Che ne pensate?

Un affettuoso augurio di buona Pasqua.
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Concordo con il collega Masala
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
visto che è già seguito da un collega che sicuramente ha valutato attentamente la sua situazione clinica particolare,le consiglio di continuare a seguire le indicazioni cliniche che le sono state date e che mi sembrano corrette.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
www.andrologiamedica.org