Utente 141XXX
Salve sono un ragazzo di 25 anni. E' da 2/3 giorni che ho un fastidio alla pelle intorno e alla base del collo che mi brucia come se avessi una scottatura da sole. Ma sulla pelle non c'è assolutamente nessun segno di rossore o bolle.Semplicemente se ci passo un dito sopra anche leggermente sento un bruciore sulla pelle. Nello stesso momento insieme a questo dolore mi trovo con un dolore leggero e sopportabile sotto le ascelle come se avessi qualche linfonodo gonfio.

Sono già andato dal medico generico il quale mi ha detto he potrebbe essere una forma leggera di Fuoco di San'antonio ( ha visto dietro la schiena alcune bollicine) ma non mi ha prescritto nulla dicendomi che non è una fase acuta e passerà da sola così da non appesantire i reni con medicine comunque pesanti.
Per i linfonodi mi ha detto che un pochino sono gonfi ma non sembra nulla di preoccupante.

Ora mi ritrovo quindi con un dolore sotto entrambe le ascelle e questo bruciore intorno al collo. Siccome un mese fa ho avuto anche un problema con una patina bianca leggermente dura apparsa sul pene (sul bordo del prepuzio) quasi risolta con crema pevaryl e le cose mi sembrano comunque successe quasi tutte insieme volevo fare delle analisi e dei controlli per scongiurare cose più gravi ( Linfomi, Hiv o altre patologie gravi) considerando che sono molto ipocondrianco purtroppo.

Potrei sapere quali sono gli esami da poter fare partendo da quelli del sangue e se secondo Lei il mio quadro clinico ed i sintomi collegati possano far presumenre qualcosa di grave?

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le nostre sono consulenze a distanza, quindi estremamente limitate dall'assenza del rapporto diretto fondamentale per un minimo di accuratezza.

in questo preciso caso l'unico che ha avuto questa preziosa possibilità è il suo medico curante il quale mi pare che abbia assunto un atteggiamento condivisibile.

per ritornare a noi per quanto riguarda richieste di esami e prescrizioni di farmaci proprio per i motivi sopra detti ci è impossibile fare quanto richiesto.

questo solo per avere una maggiore consapevolezza nelle prossime richieste

cordiali saluti