Utente 144XXX
Salve
sono un ragazzo di 32 anni, che forse sbagliando, l'anno scorso ha fatto uso di steroidi anabolizzanti, in particolare ho utilizzato Sustanon250 e proviron 50mg,accompagnati da nolvadex per 10 settimane.
Concluso il ciclo ho aspettato 18 giorni dall'ultima iniezione nei quali ho continuato a prendere una proviron al giorno e ho fatto 2500ui di pregnyl, dopo 3 giorni ho iniziato a prendere clomid 100mg al giorno e nolvadex 20mg al giorno per 15 giorni e poi ho dimezzato le dosi continuando per altri 15 giorni. Devo dire che i risultati ci sono stati e sono stati molto buoni, io faccio il modello ed era in ballo un contratto per me molto importante, anche perchè ormai sono un pò in la con gli anni per questo lavoro, questo è stato l'unico motivo che mi ha spinto a utilizzare i prodotti sudetti che fino ad allora non avevo mai considerato, al contrario di tanti miei colleghi, nell'ambiente è una pratica quasi scontata.Ho finito tutto dico fino all'ultima clomid, il 14 agosto 2009, i testicoli sembravano tornati alla loro dimensione normale, e non avevo avvertito nessun calo di spermatogenesi o di libido. Sino ad oggi, ed è qui che mi sorge qualche dubbio, da circa un mese ad oggi ho notato un brusco calo della quantità di sperma, per non parlare della seconda eiaculazione quasi nulla.
Premetto che è un periodaccio e sono molto stressato, come volevasi dimostrare quello dell'anno scorso è stato l'ultimo contratto. E' imputabile a questo ciclo il mio calo, avvertito solo a distanza di 5 mesi abbondanti?cosa posso fare?
ho fatto analisi del sangue e sono perfette.Per di più se voglio lavorare ancora un pò sarò costretto a riutilizzare questi prodotti.Io non sono un body builder quindi non mi interessa utilizzare questi prodotti per fare chissà chè, quindi il mio utilizzo sarebbe comunque limitato ad un'altra volta soltanto anche perchè oltre i 33 anni l'agenzia mi ha già annunciato che terminerà il servizio per le sfilate.
Ho provato a parlarne con il mio dottore, ma è come dire un pò troppo bigotto, e non vuole neanche sentir nominare quei prodotti cosicchè sono stato dissuaso dal parlargliene.
Spero in una vostra celere risposta
distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Leonardo Di Gregorio
28% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
La quantità dello sperma emesso con la eiaculazione non è detto che sia correlato ad una minore qualità dello stess o(per esserne sicuro dovrebbe eseguire un esame del liquido seminale).
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

lei ha usato una serie di prodotti che possono e hanno effetti collaterali sulla spermatogenesi e sull'equilibrio ormonale connesso alla produzione di androgeni ed estrogeni che sono importanti per garantire una corretta funzionalità del sistema genitale in genere.
Da medico le consiglio vivamente di smettere tali terapie
Altre valutazioni "lavorative" sono di sua competenza
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Innanzi tutto grazie infinitamente per le risposte, celeri e precise.Ma il mio dubbio rimane, la riduzione oggettiva di sperma che sto avendo è da imputare a quei prodotti?...ribadisco che son passati più di 5 mesi durante i quali non ho mai avvertito cali di nessun genere.
Io non sono specializzato in queste sostanze, so di aver fatto un ciclo di:
testosterone(sustanon due a settimana per 10 settimane) con un antiestrogeno (nolvadex20mg al giorno+proviron50mg al giorno) e un ciclo di recupero con
gonadotropina corionica umana (pregnyl 2500ui fatta a distanza di 20 giorni dall'ultima iniezione di sustanon) e un farmaco per riattivare la produzione endogena di testosterone(Clomid 100mg per 15 giorni e 50mg per altri 15 giorni), questo è quello che in linea di massima ho capito.
Spero possiate e riusciate da queste poche righe a darmi una risposta sicura riguardo il mio problema.
A questo punto non so se è stata colpa mia che non ho fatto le cose avrei dovuto (nel senso che ormai che ho fatto il ciclo tanto valeva fare il giusto recupero), o se il problema che riscontro oggi non è legato ai farmaci usati l'anno scorso.
Ringrazio ancora vivamente e porgo i miei più cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non è possibile darle una risposta sicura. Certo, i farmaci assunti possono avere influenze importanti sul sistema endocrino che regola anche la produzione di liquido prostatico e vescicolare
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille siete stati gentilissimi.