Utente 138XXX
Buonasera,
vi espongo il mio problema, circa 6 mesi fa ho avuto un rapporto anale completo con un trans.Il rapporto è stato protetto ma alla fine mi sono accorto che il preservativo si era in parte sfilato probabilmente nel momento dell'estrazione del pene.
A 32 giorni dal rapporto ho effettuato degli esami dopo aver consultato il medico con i seguenti esiti:
HIV: negativo(metodo ELFA)
V.D.R.L. : negativo
TPHA Ab: negativo
HbsAb : 416.3
HCV-IgG: negativo

Ora da circa due settimane ho la lingua bianca con piccoli puntini rossi,
il mio medico mi ha detto che potrebbe trattarsi di un fungo e mi ha prescritto degli sciaqui con MYCOSTATIN.
tra pochi giorni rieffettuerò i test sopra riportati.
Sono molto preoccupato perchè non ho mai sofferto di episodi tipo Candidosi orale e ho letto che una causa di questa è l'infezione da hiv.
Ho vissuto questi 6 mesi con molta ansia e stress perdendo anche la mia ragazza.

Quello che vorrei chiedervi è se in un soggetto giovane (ho 28 anni) che non ha fatto uso di farmaci e antibiotici recentemente è possibile l'apparizione di una candidosi orale e se la candidosi è invece fortemente correlata all'infezione da hiv.
L'ultimo quesito è se la candidosi orale può apparire anche dopo 6 mesi dall'eventuale contagio poichè ho letto che è sintomo di AIDS.
Gazie per il tempo dedicatomi e complimenti per servizio che offrite a noi utenti.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente

se il profilattico si è sfilato all'ultimo momento, il rischio resta più basso di quello di un rapporto anale non protetto fin dall'inizio.

Il contagio da HIV è nella maggior parte dei casi asintomatico e come tale può restare anche per anni. L'asintomaticità del contagio, infatti, è un grosso problema sociale, perché 1 su 4 soggetti sieropositivi non sa di esserlo e costituisce una pericolosa fonte di contagio.

Non so se la sua manifestazione sulla lingua possa essere addebitata a Candida, ma non la vedrei in ogni caso correlata ad una eventuale infezione da HIV per le ragioni appena esposte sulla iniziale asintomaticità dell'HIV.

Bene fa a ripetere il test HIV, considerando che sono passati 6 mesi; ma data la modalità di esposizione al contagio, fortunatamente limitata solo alla fine del rapporto, prevedo che sarà negativo.
Ci tenga al corrente del risultato, se lo desidera.

Storia dell'AIDS
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=119197

modalità trasmissione HIV
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=58099


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 138XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera dottore,
ho ripetuto il test e come da lei previsto è risultato negativo , continuo ad usare Mycostatin per la il problema alla lingua.
Ora però sento anche dei bruciori al glande che appare un po' screpolato, poco lubrificato. Per questo sto effettuando lavaggi con Betadine.
Un mese fa ho avuo un rapporto anale protetto. Pensa che ci possano essere correlazioni tra questa irritazione al glande ed il rapporto anale?
Il preservativo mi è sembrato integro dall'inizio alla fine e ben infilato.
La ringrazio in anticipo per la risposta.