Utente 327XXX
sono sempre la stessa mamma (meno disperata). Riassumo:mia figlia Martina 19 a.operata d'urg il 3 apr x improvviso volvolo intestinale con resezione di una parte dell'intestino (è stata miracolata perchè avevamo attribuito la patologia ad un banale mal di pancia) il volvolo pare sia stato all'altezza del duodeno e ha bloccato i vasi sanguigni per il resto dell'intestino. si sta lentamente riprendendo : ha una bella bustina di feci ancora molto,molto liquide.
poichè questa patologia l'ha già avuta alla nascita (fu operata solo con derotazione intestinale senza resezione) ed i medici di allora mi avevano assicurato che non si sarebbe MAI PIU'VERIFICATO UN NUOVO VOLVOLO, ora la mia domanda IMPORTANTE è questa :
POICHE' DEVE RIFARE L'INTERVENTO DI RICONVERSIONE C'E' LA POSSIBILITA' DI SISTEMARE DEFINITIVAMENTE QUESTO INTESTINO "LIBERO" CHE NON HA ADERENZE IN QUANTO NON E' PRESENTE (solo una piccolissima parte) IL MESENTERE? QUALCUNO MI SA DIRE DOVE E CHI LO SA FARE?
Vi ringrazio tantissimo. Se è possibile posso inviare la cartella clinica o rispondere (leggendo da essa) a qualche domanda che reputate indispensabile per l'acquisizione di altre informazioni.
grazie ancora.
M.Stella

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Massimo Schiavone
24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
CERTO CHE SI', CON L'INTERVENTO DI RICONVERSIONE SARA'POSSIBILE FISSARE L'INTESTINO IN MODO TALE DA EVITARE FUTURI VOLVOLI, PER QUANTO LO CONSENTIRANNO LE CONDIZIONI ANATOMICHE. COMUNQUE ORA IN ETA' ADULTA LA SITUAZIONE ANATOMICA ANDRA' NORMALIZZANDOSI. TENGA PRESENTE CHE LA DEROTAZIONE INTESTINALE, SUBITA DA SUA FIGLIA IN ETA' PEDIATRICA, VIENE ANCHE ESEGUITA IN ETA' ADULTA PER FACILITARE ALCUNI INTERVENTI DI RESEZIONE DEL DUODENO O DEL COMPLESSO DUODENO PANCREAS SENZA AVERE COME CONSEGUENZA UN VOLVOLO FUTURO. I CHIRUGHI CHE GIA' L'HANNO OPERATA SONO CERTAMENTE IN GRADO DI ESEGUIRE L'INTERVENTO. AUGURI
[#2] dopo  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile M.Stella,
nel momento in cui si eseguirà l'intervento di ricostituzione della continuità intestinale potrà essere fissato l'intestino per ridurre il rischio di eventuali volvoli futuri. Rischio che però non si azzererà mai del tutto. Ho sempre dubitato (e continuo a farlo) di chi in medicina dà percentuali del 100% o sicurezze assolute.
L'intervento di fissazione dell'intestino è abbastanza semplice, basta rispettare due o tre regole fondamentali, e sicuramente i chirurghi che l'hanno in cura sapranno eseguirlo nel migliore dei modi.
Resto in ogni caso a sua disposizione
Giovanni D. Tebala
gtebala@medicitalia.it