Utente 105XXX
Gentili dottori,

vorrei innanzitutto scusarmi se sto sbagliando sezione, ma non sapevo quale fosse quella più adatta alla mia domanda.

Dunque, a seguito di un'ecografia mammaria bilaterale, a mia madre è stato diagnosticato quanto segue:

"Qualche linfonodo di tipo reattivo è apprezzabile a carico dei cavo ascellari bilateralmente"

Il medico che ha eseguito l'ecografia che ha chiesto "Usa deodoranti a lunga durata?" mia madre non ricordava se sull'etichetta c'era o meno questa dicitura, comunque il medico le ha consigliato di fare delle prove allergiche.

Qesto tipo di linfonodi possono essere provocati da reazioni allergiche a prodotti cosmetici come deodoranti?

Se è sì, che tipo di prove allergiche dovrebbe fare?

Siamo andate dal nostro medico di base ma ha detto "io non ho idea di che prove prescriverle", quindi brancoliamo nel buio.

Mi aiutareste a capire, per favore?

Cordiali saluti e grazie anticipatamente.

C.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Mi sembra che si stia facendo una grande confusione.
Linfonodi ascellari di tipo reattivo sono linfonodi normali che la maggioranza dei soggetti sani presenta ad un valutazione ecografica, quindi non sono un sintomo di patologia, ne allergica, ne infettiva, ne infiammatoria, ne neoplastica.
Una allergia ai deodoranti si manifesta in primo luogo con una sintomatologia cutanea locale di tipo infiammatorio, se questa non è presente non c'è allergia e quindi non sono necessari test.
A mio parere il caso non richiede ulteriori considerazioni, ne altri accertamenti. Può stare tranquilla.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottor Biagioli, la ringrazio per la sua risposta e per le rassicurazioni in essa contenute.

Vorrei fare alcune rettifiche, scusandomi per la mancanza di esse nel precedente messaggio e sperando che lei (o altri, se saranno così gentili) possa rispondermi.

Mia madre lamenta spesso prurito ascellare e sul seno, sopratutto sul capezzolo e intorno ad esso. Non avverte questo fastidio sempre, ma spesse volte. Sul seno non sono visibili segni di nessun genere, mentre sotto le ascelle c'è come un alone più scuro.

Questi problemi, uniti ai linfonodi reattivi, hanno spinto il medico che ha eseguito l'ecografia a consigliarle di fare prove allergiche, chiedendole anche se aveva qualche tipo di problema epatico.

Comunque il medico in questione ha affermato che i linfonodi "potrebbero" derivare da una reazione allergica.

Capirà che con dati così diversi e contraddittori (i suoi e quelli del medico) siamo un po' confusi.

Distinti saluti e grazie anticipatamente,

C.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Se mi conferma la presenza di prurito ascellare una valutazione dermatologica è opportuna. E' lo specialista dermatologo che deve indicare se e quali test allergologici eseguire. Comunque i linfonodi reattivi non hanno significato patologico e possono essere visibili ecograficamente indipendentemente da una causa specifica.
Cordiali saluti