Utente 413XXX
Buongiorno egregi dottori,
da piccolo ho sofferto di asma (ora non più) e da anni soffro di rinite e congiuntivite allergica (ai pollini),
vorrei chiedervi: chi soffre di rinite allergica, vuol dire che il suo sistema immunitario è deficitario o al contrario ha un sistema immunitario così buono che lo porta a soffrire di allergia ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno,
l'allergico è un soggetto con un sistema immunitario che risponde in maniera anomala a "stimoli" (molecole) esterni che generalmente non provocano alcuna reazione. Pertanto non si tratta senz'altro di un deficit, ma non è nemmeno esatto dire che è "così buono". Forse sarebbe meglio definirlo "in qualche modo disorientato".
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 413XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la delucidazione, Gent. Dottor Marchi.
Mi scusi: con il passar del tempo, anche non facendo il vaccino ma assumendo i farmaci idonei nel periodo allergico, è possibile che con il passar degli anni la "violenza" dell'allergia ai pollini vada scemando sempre di più fino alla sua scomparsa a comunque ad una riduzione molto meno intensa dei sintomi?
O è improbabile che ciò possa accadere?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prego.
La possibilità che accada quanto dice esiste, sebbene non se ne possa stimare la probabilità.
L'immunoterapia specifica è in grado di indurre tali miglioramenti con probabilità più elevate e in tempi prevedibili.
Pertanto, se esistono le indicazioni e le condizioni, si tratta di un'opportunità terapeutica certamente da considerare.
Saluti,