Utente 114XXX
Salve dottori,
sono un ragazzo di 25 anni; purtroppo da un anno la mia situazione andrologica ha subito profondi cambiamenti.

L'anno scorso in questo periodo, mi venne diagnosticata un'uretrite da Clamidiae (+++-) ed una brutta prostatite che, ahimè, sto continuando a curare.

Da Gennaio i tamponi uretrali però mi hanno finalmente fatto sorridere: ho ripetuto da allora ben 3 volte il test e per fortuna almeno la Clamidiae sembra esser debellata.


Ha una piccola rapida e semplice domanda: a parte la prostatite ancora in corso, ho paura che possa ritornare la Clamidiae. La domanda è: scangiurato il fatto che possa provenire dall'esterno, certo mai dire mai ma io posso sentirmi tranquillo che almeno internamente abbia finalmente risolto almeno questo problema. Cioè c'è possibilità che ritorni? Che ne pensate?

Volevo solo avere un supporto di questo minuscolo passo avanti che ho compiuto. Che brutte cose che sono queste!


Grazie anticipatamente
un giovane spaventato

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Casro signore,
le recidive ci sono. Ma tutto sommato abbastanza infrequenti.