Utente 152XXX
Buon giorno,
Vi illustro il mio caso.
Da circa una settimana avverto un fastidioso formicolio alle dita di entrambe i piedi.
Aumenta quando metto le scarpe,diminuisce quando le tolgo.
Non ho particolari problemi di deambulazione nè dolori.
Di notte nessun problema.
A marzo ho terminato 3 cicli di chemioterapia Peb per un carcinoma embrionale con 2 tc ad aprile e giugno negative.
A febbraio ho fatto 30 iniezioni di eparina per un piccolo tvp,probabilmente cagionato dalla chemio (cisplatino).
Ho fatto anche una AngioRm che ha confermato una piccola stenosi al livello tibiaperone,niente altro.
Assumevo 1,25 mg di bisoprololo per tachicardia che dal 1 luglio mi è stato portato a dose doppia.
Il formicolio è iniziato in modo insistente dopo 1 settimana dall'assunzione della dose doppia del betabloccante.
Nel foglio degli effetti collaterali si segnala che è comune effetto collaterale una parestesia degli arti periferici.
Soffro anche di cervicale.
Dopo la diagnosi di tumore ho una paura folle di ogni sintomo e sono terrorizzato da ogni esame.
So che fare una diagnosi a distanza è quasi impossibile ma vorrei un vostro parere circa le possibili cause di questi sintomi: è ancora il trombo?sono segni riconducibili a slerosi multipla...?
Ho 49 anni,7 kg in sovrapeso,colesterolo 260,trigliceridi 450, glicemia nella norma.
Grazie per la vs. cortese attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
Ritengo poco probabile, ma possibile che il bisoprololo possa essere la causa dei suoi sintomi. Senta il suo medico per valutare la sostituzione del farmaco in modo da stabilire la sua responsabilità nella genesi dei suoi disturbi.
A disposizione per ulteriori consulti