Utente 160XXX
Scusate, mia madre, 71 anni, ha avuto un tumore al seno, 70 mm, G3, tasso crescita 42%.
Fatta la stadiazione della malattia, si è capito che il tumore era solo locale.
Operata, il chirurgo ha fatto un conservativo perchè ha detto che i margini attorno al tumore erano buoni; i 6 linfonodi prelevati compreso il sentinella erano tutti negativi.
Dato che il tumore è altamente endocrino resposivo( er 100% pr 95%),non ha fatto chemio ma sta prendendo inibitore dell'aromatasi e sta facendo le 30 radio alla mammella operata come di routine.
Sia prima che dopo l'operazione il CAE e il CA 15-3 erano prefettamente nella norma.
Ci sono studi che dicono in questi casi come sono le % di recidiva?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ci sono studi come pensa Lei perchè i tumori hanno caratteristiche diverse l'uno dall'altro.

Si può dire che in questo caso accanto ad alcuni fattori prognostici sfavorevoli(G3 e indice di proliferazione elevato) ce ne sono altri molto favorevoli (es. negatività dei linfonodi ascellari e recettori positivi)
che suggeriscono un cauto ottimismo

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/aggressivo_carcinoma_eta_senile.htm
[#2] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
posso fare qualcosa altro secondo Lei?
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
No ovviamente se è stata scelta l'opzione ormonoterapia+radioterapia
[#4] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
riformulo la domanda: tra 5 anni avrà finito la terapia ormonale: ci sono farmaci in sperimentazione (tipo ad azione selettiva su cellule solo tumorali) che potranno essere impiegate per "sostituire" la terapia ormonale che , a quanto ho capito, diminuisce l'indice di proliferazione ma non "uccide" il tumore?
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Farmaci nuovi ne escono in continuzione dalla sperimentazione e pertanto la sua domanda, pur comprendendo l'ansia anticipatoria, forse è prematura
(^______^)
[#6] dopo  
Utente 160XXX

Iscritto dal 2010
Si capisco, ma non capisco se con l'ormono terapia sto facendo una guerra o la sto rimandandando...mi capisce?
Dopo 5 anni o due, quando il tumore non ha più ormno sensibilità, si presuppone che sia "morto" perchè reso incapace di proliferare per 5 anni? o no? E se no che si fa?
Grazie
[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' più complessa la risposta tale da non poter essere esurita in questa sede per ovvie ragioni, ma anche semplicemente rimandandola di 5 anni si tratta di un
significativo successo. E poi l'ormonoterapia ha anche una azione preventiva molto efficace sui nuovi tumori della stessa mammella e di quella controlaterle.