Utente 168XXX
salve,sono un ragazzo d 18 anni..
da 4 giorni accuso fastidi alla bocca dello stomaco..
è cominciato tutto con un lieve fastidio,come se avessi qualcosa incastrato all'altezza dei polmoni,ma niente d chè..sabato poi accusavo lievi fastidi mentre mangiavo,non appena il cibo arrivava all'altezza dell'addome..domenica il dolore si è intensificato ma niente di insopportabile (poi purtroppo sono uno che se ha fame non riesce a fermarsi,e essendo ad un matrimonio ho mangiato parecchio).
Da ieri questo dolore però è diventato davvero insopportabile tanto da non essere stato capace di mangiare una pizza intera ieri sera o di completare il pranzo oggi..vorrei specificare che mentre all'inizio questo accadeva coi soli cibi solidi,ora anche con le bevande,ed ora ho fastidi anche senza mangiare sempre nello stesso punto,ingresso stomaco,subito sotto il petto..ho però notato che riesco a mangiare senza molti fastidi la mozzarella (non so quanto possa essere pertinente)..
facendo bodybuilding,assumo da quasi un mese,oltre alle proteine che già prendevo da tempo,amminoacidi,glutammina e arginina..il mio dottore di fiducia mi ha prescritto delle bustine di riopan gel per acidità intestinale..l'unico problema avuto allo stomaco in precedenza è stato un reflusso che avevo mentre mangiavo ma che si placava rovesciando o,se ci riuscivo,deglutendo saliva senza rovesciare..anche in quel caso mi è stata diagnosticata dell'acidità di stomaco che però non ho mai curato..
prendo il riopan già da 2 giorni ma non sembra fare effetto..
spero in una vostra risposta,grazie anticipate..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
83786

Cancellato nel 2015
Dai sintomi descritti e dalla storia clinica riferita potrebbe trattarsi di un problema a livello dello sfintere esofageo inferiore.
Sono necessari ulteriori accertamenti (Rx digerente prime vie digestive e Gastroscopia) per meglio identificare la natura di suoi disturbi.
Saluti