Utente 169XXX
Il tutto è cominciato quando mi sono accorto che andavo troppo spesso ad urinare: uno stimolo continuo e senza un valido motivo. Così mi recai dal mio medico di famiglia al quale descrissi tale problema: esso non ci pensò due volte e identificò il mio caso un caso di cistite. Mi prescrisse così la cura con prixar 500 mg, raccomandandomi di prendere una compressa al giorno per cinque giorni. Mi chiese inoltre se provavo dolore durante la minzione, o se mandavo giù poca urina: la mia risposta, per fortuna, era no in entrambe le domande. Comunque io non ero per niente ancora tranquillo: feci le analisi del sangue e delle urine: tutto ok. Dopo due giorni comparse un forte dolore al testicolo destro, continuo e senza sosta. Andai così al pronto soccorso: mi fecero l’ ecografia e mi venne diagnosticata prostatite, e, cistite appunto. Il medico mi disse di star tranquillo perchè era poca cosa, soltanto perchè di prostatite e cistite ce n'era davvero poco. Continuo ancora la cura con prixar 500 mg ma il dolore al testicolo destro e il continuo bisogno di urinare continuano sempre. Però la cosa strana è che diversamente ai casi di prostatite comune io non provo dolore durante la minzione urinaria e durante l’ eiaculazione. Quindi vorrei chiedervi: secondo voi l’ antibiotico prixar 500 mg dopo quanti giorni comincerà a fare effetto sul dolore al testicolo destro continuo ed interminabile e sullo stimolo irrefrenabile di urinare? Che tipo di prostaite è il mio (nel quale, almeno in questi casi direi per fortuna, non provo nessun dolore mentre urino ed eiaculo)?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Grasso
28% attività
0% attualità
12% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
La durata della terapia antibiotica dipende dal tipo di patologia. Cerco di spiegarmi meglio: se la patologia predominante è la prostatite la terapia deve essere molto lunga (2-3 settimane); se è presente una semplice infezione delle vie urinarie con apparente interessamento solo della vescica la durata della terapia deve essere minore. Se è presente solo epididimite (il dolore al testicolo) la durata della terapia è intermedia. Il problema è che nell'uomo spesso queste patologie si mescolano o meglio l'infezione delle vie urinarie si può localizzare piu in un organo che in un altro causando quadri spesso confusi.
Devi solo fidarti del tuo urologo/andrologo che visitandoti avrà capito quale organo è più interessato e ti avrà consigliato la durata giusta della terapia.