Utente 169XXX
Buongiorno,
da circa un anno ormai soffro di una cronica astenia che non mi consente di riposare a sufficienza. Si concentra in particlare su piedi e polpacci, colipiti da una sorta di parestesia, tensione muscolare come dopo uno sforzo muscolare o pre-crampo, con leggero e diffuso formicolìo, che raggiunge anche la prate superiore dell'arto. A questo si è poi aggiunto un dolore come un ago sulla parte destra della schiena, nella zona lombosacrale, che si racutizza da anni, ma che non so se collegare ai disturbi di cui sopra. Ho fatto un lavoro piuttosto sedentario al pc finora, nonostante abbia un fisico abbastanza atletico ed abbia fatto in gioventù sport. Ho fatto radiografie, risonanze magnetiche (non quella cervicale per problemi di scelrosi, perchéP mi dcono davvero inutile nel mio caso), elettromiografia, ma nulla. Qualcuno mi ha fatto credere che fosse un'ernia discale a provocare tutto (ne ho 2 piccolissime), ma mi ha semploicemnte rubato più di 1000 euro con una terapia manuale, senza risolvere nulla. Si è finiti per tornare al punto di partenza, un puro stress piscofisico. Non è stata vagliata l'ipotesi vascolare di catttiva circolazione, considerata peregrina. Cosa potreste consigloiarmi? Non è facile convivere con questo disturbo, per quanto apparentemente lieve.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

credo che lei conosca i limiti di una valutazione a distanza.

mi sembra che non abbia sottovalutato il problema e che si sia rivolto a medici speialisti nel tentativo di risolvere questo fastidioso problema.

non so quali possano essere le motivazioni per le quali i precedenti specialisti abbiano escluso una partecipazione vascolare, che comunque dovrebbe essere attentamente considerata come ipotesi.

quindi oltre che consigliarle di rivolgersi allo specialista non posso.

mi tenga informato

cordiali saluti