Utente 171XXX
Ho 49 anni.Nel mese di giugno sono stata sottoposta ad isterectomia totale allargata per un adenocarcinoma ovarico (G2) di grandi dimensioni. Attualmente sono sottoposta a 6 cicli di chemioterapia (ogni 21 giorni) a base di carboplatino e taxolo (sono arrivata alla 3a seduta). Vista la chemio in atto, posso sottopormi alla terapia ormonale sostitutiva per cercare di diminuire tutti i sintomi tipici della menopausa, insorta a seguito all'intervento chirurgico? mi riferisco in particolare alle vampe di calore, alla secchezza vaginale che mi crea non pochi problemi per i rapporti sessuali e alla depressione. In caso di risposta negativa quale alternativa posso seguire per i problemi sopracitati?Vi ringrazio sin da ora per la cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

direi di si. E' opportuno però effettuare il tutto sotto controllo ginecologico. Alla terapia in atto è possibile aggiungere della ipertermia (vedi sito www.ipertermiaroma.it) per ottenere un potenziamento locoregionale.

un caro saluto ed un grande in bocca al lupo

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo Dott. Pastore, la ringrazio per la cortese e sollecita risposta alla luce della quale consultero' quanto prima il mio ginecologo, per concordare la terapia ormonale sostitutiva.La ringrazio anche per gli auguri, fanno sempre piacere!
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Di nulla, figurati.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it