Utente 950XXX
Gentili dottori,volevo chiedere un consulto per mia sorella,27 anni,che da parecchi anni ha iniziato a perdere i capelli che risultano inoltre notevolmente assottigliati.
Dalle analisi del sangue è stato riscontrato un leggero ipotiroidismo che cura con eutirox 75,e gli androgeni moderatamente aumentati,ed è stata fatta diagnosi di alopecia androgenetica.
Per quasi un anno ha effettuato una cura con l'anticoncezionale belara e mezza compressa di androcur i primi dieci giorni del ciclo;questa cura si è rivelata molto efficace,la caduta è notevolmente diminuita,è aumentata la crescita e i capelli sono molto meno sottili.
Il dermatologo che l'ha in cura ha però affermato che questa terapia non può essere effettuata a lungo andare perchè può rivelarsi nociva,quindi l'ha sospesa gradualmente e ad oggi utilizza solo degli integratori di acido folico.
Il problema è che ad oggi,a 3 mesi dalla interruzione della cura il problema si sta ripresentando,il medico dice che la cura è quella ma ci sconsiglia di intraprenderla nuovamente.
Cosa ci consigliate?la cura effettuata può rivelarsi davvero così dannosa..o è possibile fare una valutazione fra danni e benefici?oppure esiste una cura alternativa?
grazie,saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sicuramente ci sono vie alternative ma solo il dermatologo può capire e comprendere quanto e come percorribili: diciamo che una giovane donna deve poter intraprendere comuqnue una strada efficace perchè anche la calvizie femminile va contrastata.

Dott. LAINO, Roma