Utente 173XXX
Vi prego,aiutatemi a capire. Ho 36 anni e vorrei sottoporre alla Vs. attenzione il mio caso.Circa 1 mese fa ho avvertito al tatto un dolore(come se pungesse)appena sotto il lobo dell'orecchio sx tra collo e ang. mandib. tale da farmi subito pensare ad un brufolo sottopelle. Nei giorni successivi, non ho avvertito più dolore ma la crescita sia pur minima di una pallina nella zona(direi della grandezza di un fagiolo, forse più piccolo).Preoccupato mi sono rivolto al medico di famiglia il quale mi ha prescritto una cura con deltacortene e antibiotici senza risultati. Contestualmente, mi ha prescritto un esame ecografico che ho immediatamente eseguito e di cui vi riporto l’esito: “L’esame ecotomografico ...rileva: lobi tiroidei in sede regolari per forma, voloume ed eco struttura. Trachea in asse. Regolari i rapporti con i grossi vasi del collo. Evidenza a sede parotidea sinistra intraghiandolare di millimetrica formazione ipoecogena - 6 mm - con echi interni compatti e sfumato rinforzo posteriore (cisti flogosta? Cistoadenoma?). Necessario esame TC con mdc ev”.
Quindi a seguito di tale esame il medico di famiglia mi ha prescritto esami TAC,del sangue, toracico, visita cardiologica ed elettrocardiogramma (oltre alla prosecuzione della cura con ecobentelan ed antibiotici, comunque senza risultato).
Ecco l'esito della TAC:"... PICCOLE SUB CENTIMETRICHE LINFOADENOPATIE, NON CONFLUENTI A SEDE LATERO-CERVICALE BILATERALE E SOTTOMANDIBOLARE
A CARICO DELLA PAROT. SX A SEDE SUPERFICIALE A CARICO DEL PROCESSO MASSETERINO SI APPREZZA NUCLEO OVATTARE DI 8MM IPERVASCOLARE IN FASE ARTERIOSA DA ASCRIVERE A PICCOLO ADENOMA"
L'esame del sangue invece ha dato valori nella norma.
Dopo i risultati della TAC ho effettuato agoaspirato a seguito del quale lo specialista (che nella prima visita mi aveva detto di non preoccuparmi perchè si trattava quasi sicuramente di adenoma pleomorfo)mi ha riferito telefonicamente della necessità di eseguire una biopsia in quanto il liquido prelevato sarebbe da attribuire ad un linfonodo e con il solo agoaspirato non è stato in grado di fare una diagnosi precisa.Ha precisato, comunque, a mia puntuale domanda che non si tratta di adenoma pleomorfo e che "potrebbe trattarsi di una sciocchezza come di qualcosa di molto più serio" (mi pare abbia accennato anche ad un'ipotesi di linfoma).
Ci tengo a precisare che ad oggi per la millimetrica formazione avverto un leggerissimo fastidio (come se dall'interno battesse qualcosa) seppur non ritengo di poterlo definire dolore.
Vi chiedo un consulto in merito, anche perchè mi ero rassegnato all'idea di un adenoma plemorfo e conseguente interv. chir. Devo preoccuparmi di qualcosa di ancora più serio? Secondo Voi, da quanto Vi ho riferito, si potrebbe già individuare sia pure per ipotesi una patologia.Vi chiedo, inoltre come sia possibile non ricavare informazioni ulteriori dall'esame FNAB ma solo l'esclusione dell'ipotesi di adenoma pleomorfo.Sono terrorizzato,vi prego, aiutatemi a capire.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
Le suggerisco di non essere "terrorizzato" ma di seguire il consiglio del sanitario che già La segue.
Se ha consigliato un prelievo bioptico vuol dire che ne ha ravvisato le indicazioni.
In alcuni casi può essere sostitutito da un prelievo agoaspirato ecoguidato, qualora non già eseguito.
Non è ancora esclusa la presenza di un adenoma.
Cordiali saluti