Utente 181XXX
Salve...sono una ragazza di 20 anni;circa un mese fa mia madre (50 anni) accusava delle fitte in varie parti dell'addome,le è stata prescritta una cura pensando che si trattasse del colon irritato,ma purtroppo le fitte non passavano,e oltre alle fitte si verificano rumori come tamburi dall'interno,per arrivare al punto ha avuto un'occlusione intestinale,con dolori indescrivibili,la sua salvezza da quanto mi hanno detto è stato il vomito fecaloide..,superata l'occlusione ha avuto delle perdite di sangue nelle feci,prima occulte poi visibili,allora è stata sottoposta alla rettosigmoidocolonscopia,dal referto leggo:Esame condotto in sedazione cosciente per circa 65cm dove si reperta una neoformazione stenosante il lume.La neoformazione si presenta con mucosa discromica,ulcerata e di consistenza duro elastica,si eseguono biopsie multiple per E.I.Nel retto si reperta una piccolissima formazione polipoide ricoperta da mucosa integra.
CONCLUSIONI: neoformazione del colon sx da determinare istologicamente .Il dottore le ha fatto capire che bisogna necessariamente intervenire chirurgicamente aldilà del referto che darà l'esame istologico perchè questa neoformazione o polipo che sia ostruisce il passaggio e nn ha permesso nemmeno il passaggio del tubicino della colonscopia.Adesso siamo in attesa di questo risultato,mi chiedevo se esistono altri modi per intervenire,qualche metodo innovativo come il laser o qualcos'altro?? e se la risposta è positiva mi consigliate dove poter effettuare questo intervento?... In attesa di una vostra risposta vi ringrazio in anticipo...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Le informazioni che sono state fornite sono corrette.
Per il fatto che la lesione è occludente, a prescindere dall'esito dell'esame istologico, l'intervento chirurgico è inevitabile.
Non esistono metodiche alternative. Al più potrebbe essere ipotizzabile, ma non sicuramente realizzabile in questo caso, un approccio videolaparoscopico.
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della risposta immediata ...Mi chiedevo visto che mia madre in questo momento non ha nessun malessere e le perdite di sangue nelle feci non sono più visibili,(magari perchè fa un'adeguata alimentazione evitando frutta e verdura in quanto il medico le ha suggerito di evitare assolutamente, poichè potrebbero causare una nuova occlusione),non ha perso l'appetito e nemmeno ha perso peso,è possibile che il referto dell'esame istologico possa essere positivo??