Utente 309XXX
Gentili dottori sono qui per chiedervi una consulenza.
Avendo un problema erettile e quindi non riuscendo ad avere un rapporto completo la ginecoloca che ci sta seguendo ci ha consigliato l'autoinseminazione tra me e mia moglie.
Quindi io dopo l'erezione vengo in un contenitore pulito e con una siringa ovviamente senza ago depongo il materiale seminale nella vagina.
Detto questo sono qui a chiedervi se l'inseminazione funziona, in quanto dopo aver fatto esami sia io che lei risultati per fortuna tutti nella norma dopo 8 mesi di prove (controllando l'ovulazione con gli sick) mirate circa 3 ogni mese non abbiamo ancora ottenuto una gravidanza.
Nel ringraziarvi per le Risposte porgo cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,da quello che ci dice comprende come sia indispensabile che,sia per la disfunzione erettile che per l'aspetto riproduttivo,sia seguito da un andrologo esperto in fisiopatologia della riproduzione.Va da sè che é poco tempo che cerca figli,ma non sempre scegliendo la strada più breve si raggiunge lo scopo e si corre il rischio di minare un equilibriio coniugale gia di per sé
instabile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore grazie per la risposta, la visita l'ho fatta purtroppo è una cosa pscologica ansia da prestazione e un minimo di eiculazione precoce, insomma non so il motivo ma quando inizio un rapporto io in ogni caso distolgo il pensiero da quello che sto facendo....... purtroppo mia moglie ha già 35 anni e per questo motivo che la ginecologa (dopo colloquio con l'andrologo che mi ha visitato) ci ha consigliato questo.
IL idscorso è che sembra non funzionare (lei ha detto che 8 mesi sono pochi) per uquesto mi chiedo ma meccanicamente questo tipo di inseminazione è come un rapporto normale?
Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,8 mesi non sono pochi ma nemmeno tantissimi...L'età della moglie permette di insistere con questa tecnica che certamente offre più vantaggi rispetto al coito "naturale" (che tralatro non avviene) in quanto ottimizza i tempi per l'incontro dei gameti.
Personalmente ritengo che,particolarmente se si é imboccata la strada della procreazione medicalmente assistita,si debba dare la medesima attenzione anche al partner maschile,per cui non può "bastare" uno spermiogramma ed una visita per definire la strategia dalla parte del maschio.Ci aggiorni se ha praticato o praticherà ulteriori esami andrologici e potremo dare un giudizio più contingente e motivato.
Le rinnovo i saluti
[#4] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
Benissimo quindi questa tecnica diciamo che potrebbe essere più funzionale del rapporto naturale (che cmq non avviene) a questo punto sorge solo una domanda, quanto tempo possiamo ancora provare con questa tecnica secondo lei prima di ricorrere ad altro?
Grazie saluti cordiali
Andrea
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
capisco il Suo problema, ma mi verrebbe spontanea una domanda. E glieLa faccio senza tanti preamboli. Ma Lei, oltre che seguire i consigli della Ginecologa di Sua moglie, ha provato a consultare un Andrologo? A 28 anni saremmo di fronte ad un problema erettile di così insanabile portata? E di fronte ad una eiaculazione precoce di così grave portata? Non mi sembra verosimile. Non vorrei che Lei abbia gettato la spugna troppo presto. E non vorrei nemmeno essere una voce stonata fuori dal coro, o crearLe false illusioni, ma i Suoi problemi prevedono un iter diagnostico e una terapia, molto spesso efficace.
Quindi, continui pure con le siringhe e con la inseminazione, ma cominci a pensare ad una soluzione dei Suoi problemi più radicale e duratura. Lei ha 28 anni!
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
hO SEMPRE PENSATO CHE QUESTO SITO FOSSE VERAMENTE BELLO, NON SOLO PERCHE' MOLTO SPESSO SI RILSOLVONO I PORBLEMI E LE PAURE MA PERCHE' OGNUNO DI VOI DANDO IL SUO PARERE AIUTA E SPRONA DAVVERO IL PAZIENTE....
GRAZIE PROF MARTINO E GRAZIE AL DR IZZO PROVVEDERO' AD EFFETTUARE UNA SECONDA FISICA ANDROLOGICA DA UN ALTRO MEDICO E INTANTO CONTINUO CON SE INSEMINAZIONE.
VI PORGO DISTINTI SALUTI E VI TERRO' AGGIORNATI.
ANDREA
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
l'andrologo che lei ha già consultato ha classificato come di origine funzionale e psicologica i suoi disturbi sessuali? Ha impostato delle terapie di tipo sintomatico , cioè al bisogno, oltre l'indicazione datele dalla ginecologa per autoinseminazione? Ci faccia sapere. Per il tempo da attendere molto dipende anche dalla situazione clinica della moglie che ha già 35 anni. Comunque ,se desidera avere più informazioni su questo tipo di tematiche può anche leggere il manuale , scritto dalla ginecologa Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" , CIC edizioni internazionali , Roma oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollatti Boringhieri Editore, Torino.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
consultare un nuopvo Andrologo mi sembra la cosa migliore da fare. Sperando che questa volta il Collega possa aiutarLa meglio. Per il resto, stia sereno e continui a seguire le indicazioni della Collega Ginecologa. Per quanto riguarda il capitolo letture consigliate: sa già, probabilemnte, come personalmente vedo la questione. Legga ciò che preferisce, settimanali e/o quotidiani.
Ancora cari saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,capisco come si trovi tra l'incudine ed il martello,e,cioé,tra la speranza di soddisfare la moglie per quanto riguarda il desiderio di maternità e il malesere procurato dalla disfunzione erettile.Per esperienza Le dico che,al momento,l'aspettativa della maternità gioca un ruolo assolutamente primario ma,una volta soddisfatta (mi auguro al più presto),prima o poi la moglie concentrerebbe su di Lei le Sue attenzioni.In conclusione non molli la presa in attesa di "tempi migliori" e,come già sottolineato,continui a seguire i consigli di un andrologo (magari diverso dal precedente).Quanto alle letture,conoscendo lo spessore degli Autori citati dal Dr. Beretta,Le consiglierei a prescindere dai quotidiani e/o settimanali.
Un cordiale saluto a TUTTI...
[#10] dopo  
Utente 309XXX

Iscritto dal 2007
CARISSIMI DOTTORI.... dopo quanto leggo mi reputo una persona fortunata per 1' cosa ad avere conosciuto questo sito e 2' cosa per la qualità dei consigli da Voi inviati.
Vi porgo cordiali Saluti a tutti e non dubitate che Vi terro informati dei miei progressi (con la speranza che questa gravidanza arrivi perchè oibò credetemi è davvero brutto stare sotto tensione e queste cose a lungo andare specie quando ci sono dei problemi come nel nostro caso snervano un pò la coppia) con la precisazione che sicuramente terrò duro e consulterò un altro specialista.
Un saluto e tutti e miraccomando continuate così con questo sito siete davvero un buon Team di medici mi congratulo con tutti voi.
Andrea
[#11] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,a nome di TUTTO il forum La ringrazio dei complimenti.
Di nuovo auguri
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
le cortesi parole che ha voluto avere per il nostro Forum e per i Professionisti che lo sostengono, non possono che farci piacere e non possono che spingerci a fare sempre meglio. Al di là di tutto.
Ancora cari saluti
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

credo che il suo "sfaccettato" problema richieda:
1. l'esecuzione di uno spermiogramma per capire se il suo liquido seminale sia capace di fertilizzare
2. Visita da un andrologo che possa capire e risolvere le sue difficoltà erettili e coitali
3. Siccome spesso il desiderio di una gravidanza viene posto in prima linea rispetto agli altri, allora vi consiglierei di rivolgervi ad un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita per delle procedure più concrete della deposizione vaginale dello sperma (?)mediante siringa
cari saluti
[#14] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che la strada intrapresa sia quella migliore.
Ancora auguri affettuosi
Prof. Giovanni MARTINO