Utente 185XXX
Gentili dottori,
sono una ragazza di 21 anni. già un paio di anni fa avevo sofferto di verruche alle mani, che però avevo curato. recentemente mi sono comparse una verruca sul piede e una sulla mano, che però non avevo inizialmente identificato come tali e che quindi non ho curato tempestivamente. ho un appuntamento dal dermatologo tra circa un mese. il problema è che da qualche settimana ho un considerevole prurito intimo, dolore quando ho rapporti sessuali e comparsa di piccole lesioni biache (a forma di pallina). per questo pensavo di andare afare una visita dalla mia ginecologa. Mi chiedevo però se questi ultimi sintomi potessero essere legati a verruche genitali e se potessi essermi "autoattaccata" le verruche per esempio durante l'igene intima.

Mi sono anche comparse delle altre lesioni sulle mani, in particolare ai bordi delle unghie e sotto le unghie, che però non hanno la forma "solita" delle verruche, ovvero non sono un tondino in rilevo ma semrano più una desquamazione; potrebbero essere verruche anche queste?

E per quanto riguarda una piccola bollicina persistente che mi è comparsa sulle labbra?

Il contagio delle verruche come avviene? Ci sono alte probabilità che le trasmetta alle persone con cui ho contatti? In particolare, come posso evitare di contagiare il mio ragazzo, sia durante i rapporti sessuali (nel caso di verruche genitali... ma basta usare il preservativo??) sia limitatamente alla vita quotidiana?

Grazie mille per l'attenzione!
[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

le modlità di trasmissione delle verruche genitali (genital warts) o condilomi, sono sempre per contatto diretto: il profilattico quindi può non bastare, essendo le zone a rischio, anche esterne all'area protetta da questo comunque fondamentale presidio.

Per tutto il resto, basterà una sola visita dermatologica a dirle con chiarezza e precisione che cosa altro abbia.

cari saluti