Utente 131XXX
Gentili dottori,
desideravo chiedervi quanto segue:

- assodato che le tempistiche per essere certi di non aver contratto il virus prevede test a 30 e 90 giorni: un eventuale contagio non si potrebbe individuare anche prima dei 30 giorni successivi al rapporto a richio? Fare un test dopo 10 giorni dal rapporto è totalmente inutile? Esiste una percentuale d'affidabilità del risultato di un test effettuato dopo 10 giorni?

- mi confermate che gli unici mezzi di veicolazione del virus sono sangue, liquido spermatico, sperma, secrezioni vaginali e latte materno?

- affinchè possa avvenire il contagio, questi mezzi di veicolazione - sangue ad esempio - con che cosa devo venire a contatto?
Ed inoltre, in caso di contatto a rischio, la trasmissione è certa o solamente molto possibile?

La comunicazione e l'informazione è tanta, ma nonostante questo... restano sempre dei dubbi che spero di chiarire grazie a Voi ed a questo utilissimo strumento di Medicitalia.

Grazie a Tutti coloro che mi/ci recheranno assistenza.
[#1] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Il Test ELISA per l'HIV dà risultati certi dopo almeno 3 mesi, però dopo un rapporto a rischio può essere utile eseguirlo dopo circa 10 giorni per escludere perlomeno una precedente positività, poi va ripetuto a 3 e 6 mesi se negativo.
Per ulteriori e più complete notizie mediche su HIV/AIDS può collegarsi al mio sito web:
http://eugenio.greco.docvadis.it
oppure digitare su Google: Dott Eugenio Greco
quindi, una volta collegati al sito, cliccare sulla parte superiore dell'HOME PAGE le sezioni di interesse (es: PATOLOGIE, CONSIGLI PRATICI, o altro).
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dott. Greco

buon lavoro
[#3] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Cordiali saluti