Utente 148XXX
Buona sera

sono un ragazzo di 32 anni e da circa cinque soffro di colon irritabile con fitte fortissime al colon lato sinistro che mi accompagnano tutti i giorni e che riesco ad attenuare solo con antispastii. Il colon irritabile è cominciato contemporaneamete a dei problemi renali: presenza costante di sangue e proteine nelle urine. E' stata ipotizzata la malattia di Berger non ancora accertata finchè non farò la biopsia. Un naturopata sostenitore della teoria "delle citochine autologhe":

Le principali malattie umane sono accompagnate da ben definite modificazioni cellulari, morfologiche e molecolari, che, a volte, sono talmente specifiche, che la diagnosi può essere posta già a livello istologico.
Anche accertamenti clinico-chimici evidenziano determinati difetti biochimici della cellula.

È ovvio che si può far regredire tali difetti cellulari col rifornire componenti di cellule sane, così che gli organi ammalati diventino nuovamente funzionali.

Ciò avviene tramite processi di riparazione e rigenerazione. Non è nuovo il concetto terapeutico di sopperire, con fattori di omologhi di organi sani, gli organi ed i tessuti ammalati.........

Esso sostiene che i miei problemi intestinali possono essere legati alla malattia da iga e che questi anticorpi potrebbero colpire la parte di tessuto interno del colon causandomi le fitte. Questo spiegherebbe perchè dalla colonscopia non è risultato nessun tipo di problema, visto che il danno è all'interno dei tessuti del colon. Grazie a degli esami sul mio sangue effettuati in Germania ritiene di essere in grado di determinare con esattezza il tipo di malattia immunologica che potrei avere. Sostiene che in Germania sono molto avanti e che sono esami di routine e che con le sue terapie starò meglio.
Secondo lei è possibile, ne era già a conoscenza di questo tipo di esami?

Grazie

Cordiali Saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
personalmente Le consiglio di seguire un iter diagnostico tradizionale e rigorosamente scientifico, piuttosto che "filosofico". E, scientificamente parlando, per quanto ne so in Germania (indicazione geografica piuttosto vaga) stanno esattamente dove stiamo noi.
Saluti e auguri,