Utente 952XXX
faccio seguito alla mia richiesta del 13 giu 2009: dopo un consulto andrologico e vari esami risultava :
psa ,alfa fetoproteina , cea , beta hcg tutti nella norma e la spermiocultura non rilevava tracce di batteri.Da allora a parte un leggero prurito al glande (con conseguente eiaculazione precoce) e sporadici episodi di dolori tipo punture di spillo non ho avuto grossi problemi e sinceramente non ho fatto altre ricerhe. Ad oggi dopo qualche settimana di normalità senza sintomatologia alcuna, il prurito si è trasformato in bruciore alquanto insopportabile.Adesso i miei dubbi: la spermiocultura è sempre attendibile? Siccome i sintomi (compreso l'emospermia)sono iniziati dopo alcuni rapporti con una donna che frequentavo, può esserci una infezione batterica non rilevata e quindi non curata piuttosto che attribiuire il tutto all'ipertrofia? insomma ipertrofia o infezione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
considerato che la spermiocoltura ha sue precise indicazioni, nel suo caso bisogna assolutamete palpare la prostata e vedere il glande ed il prepuzio, prima di fare quella diagnosi (ipertrofia o infezione?) che lei chiede. A conferma si possono fare esami, ma dopo visita
[#2] dopo  
Utente 952XXX

Iscritto dal 2009
capisco, quindi il consiglio è di tornare a visita. Grazie per la tempestività
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere esito se vuole.