Utente 189XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 15 anni (vergine) che pochi mesi fa si è casualmente accorto di avere una grave incurvatura del pene. Quando in massima erezione, si alza correttamente per 4-5 cm ma poi, in corrispondenza di una piega e una specie di protuberanza "vuota" nella parte ventrale, devia fortemente verso il basso, con circa 70-80 gradi di differenza dalla prima parte dell'asta, ma nonostante ciò non molto più in basso dell'attaccatura del pene stesso al ventre. Il pene inoltre risulta piegabile senza troppe difficoltà nei pressi di questa piegatura.
Scoperto ciò, ho iniziato a fare delle serie ricerche su internet per scoprire quale fosse il mio problema, e a lungo ho pensato fosse una "semplice" curvatura congenita, ma da quando ho notato questa specie di protuberanza mi sono fortemente indirizzato verso il morbo di La Peyronie. Questo morbo inoltre rispecchia il fatto che come causa possibile ha ripetuti microtraumi, che potrebbero essere avvenuti nella mia adolescenza precedente, visto che sono stato abituato a dormire a pancia in giù, anche durante le erezioni notturne, fin che mi sono reso conto che la cosa poteva avere ripercussioni (1 anno e mezzo fa circa). C'è da dire però che non ho verificato questa cosa tutta d'un colpo, ma sono sempre stato così da che mi ricordi. Oggi stesso parlerò con mio padre per chiedere un appuntamento con un andrologo, sperando di averne il coraggio al momento giusto, ma siccome questo per me è ormai diventato un problema costante (nel senso psicologico) avrei voluto una delucidazione su questo: è possibile che in un età così giovane e non avendo mai avuto attività sessuale io presenti questa malattia? E se sì, sarebbe facile per me essere operato in tempi brevi (diciamo non oltre l'inizio dell'estate)?
Grazie mille per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
1 solo caso segnalato ella letteratura momndiale di Peyronie sotto i 20 anni,. Non credo che lei possa essere il secondo. Sentiamo che dice l' andrologo, ma assaui più facile problema congemnito. A 15 anni preferirei non operare che può migliore fino a 20-21 anni. I microtraumi non ben sicuro che abbiano a che fare con Peyronie.
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Innanizitutto grazie moltissime della risposta veloce e sopratutto rassicurante.
Il fatto che un medico esperto come lei mi dica che è quasi impossibile che io abbia questo morbo mi risolleva molto, specie per la diversa difficoltà delle operazioni rispetto al congenito... Ma quella specie di rigonfiamento a cosa potrebbe corrispondere in questo caso?

Comunque mi dispiacerebbe dover aspettare fino a 20 anni per questo problema visto che la mia curvatura è piuttosto pronunciata e sia brutta sia scomoda e, se l'erezione si protrae per più di 15 minuti circa anche leggermente dolorsa, e che spero vivamente di avere un rapporto prima di tale età e non vorrei causare ne' danni psicologici a me ne' alla mia ragazza presente o futura... in quel caso si potrebbe operare a questa età?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
certo che si può operare, il mio è un punto di vista molto personale e non sempre condiviso. difatti ho messo "preferirei".
[#4] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
grazie, capisco benissimo... e riguardo al rigonfiamento?