Utente 151XXX
salve , volevo chiedere un parere , premetto che ho girato tre ospedali nella mia città senza nessun risultato.da circa sei anni mi è venuto un prurito persistente, psicologicamente drammatico per me nella zona genitale , (scroto e sul pube nella zona peli) ecco, ora i dermatologi che mi hanno visitato mi hanno detto che nella zona genitali non ho nulla e mi hanno dato un antistaminico(zirtek), però effettuando le prove , se rimango senza prendere l'antistaminico per più di 3/4 giorni , il prurito si espande in tutto il corpo sopratutto nella zona capelli e mani e piedi guance vicino alla barba , ora sono più di sei anni che prendo il farmaco , prima lo prendevo un giorno si e due no , e l'effetto mi durava , ora penso che il mio organismo si sia assueffatto perche prendendo anche il farmaco il prurito a volte rimane..non so più a chi affidarmi ho girato tre ospedali diversi e sono molto disagiato psicologicamente...il prurito è comparso tutto d'un tratto un giorno qualsiasi e si è presentato nella zona linguine scroto, persistentissimo, a quel tempo andavo in palestra a judo , e mi sono fatto un sacco di paranoie pensando di avere preso qualche "virus" dato che i tappeti della palestra a volte erano umidi di sudore degli atleti , ci andavano adulti e bambini, quindi io penso che abbia preso un virus che non mi riescono a diagnosticare, devo dire che ho fatto tutte le analisi e non è risultato nulla(sangue urine feci test allergologici e terapia antibiotica)da poco ho fatto degli esami del sangue e sono risultati alti i valori delle transaminasi, fatta una eco , è risultato il fegato con un po di grasso, e mi hanno detto che dovevo dimagrire, in effetti sono sovrappeso di almeno una decina di chili o poco più(può dipendere anche questo fattore?), il mio medico di base mi ha detto che se dimagrivo poteva passarmi anche il prurito, ora non saprei se può dipendere questo, comunque mi è venuta in mente una cosa , che sarebbe la domanda,so di non capirne nulla di medicina , ma se io volessi fare una cura con la pennicellina potrebbe in alcuni casi distruggermi questo"virus" che ho? oppure cosa potrei fare ancora, se esistono degli esami specifici o optare per il ricovero , non so più cosa fare e a chi rivolgermi. vi ringrazio , aspetto la vostra risposta. un saluto da alessandro.. cagliari 27/01/2012
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,

lei dice dopo aver visitato diversi dermatologi:

"quindi io penso che abbia preso un virus che non mi riescono a diagnosticare"

"se io volessi fare una cura con la pennicellina potrebbe in alcuni casi distruggermi questo "virus" che ho"?

Mi permetta di dirle che non è un approccio corretto allla ricerca della salute.

Dovrebbe tornare dal dermatologo di sua fiducia per capire anzitutto la diangosi e il percorso diangostico

Sappia che i "virus" non si curano con gli antibiotici!

cari saluti