Utente 192XXX
Sono una donna di 52 anni in menopausa da 1 anno circa in seguito ad intervento isterectomia totale, con inizio di osteoporosi (dovuta ad una celiachia diagnostica tardi) x due anni ho preso Bonviva (1 pastiglia al mese)dopo intervento sospesa ed iniziata terapia con Livial.
Mercoledì pomeriggio mi sentivo la testa pesante e x caso ho misurato la pressione che era 119/168 i battiti 115, l'ho misurata ancora un paio di volte ancora in giornata e non è mai scesa sotto 99/150 battiti intorno 110.
Il giorno successivo sono andata dal medico, la pressione misurata da lui era 95/170, mi ha prescritto gli esami del sangue/urine e mi ha dato subito la pastiglia Combisartan 160mg/12,5mg senza aspettare gli esami.
Non ho misurato la pressione venerdì (il medico mi ha detto di misurarla 1 volta alla settimana) ma sabato/domenica ed oggi, sentedomi stanca e senza forze l'ho misura, ed è sempre stata bassa mai sopra i 75/125 mentri i battiti sono sempre stati intorno a 110.
Mi chiedo se è il caso di continuare a prendere ancora la pastiglia (praticamente ne ho prese 4 fino ad adesso) senza avere gli esisti degli esami.
Ringrazio per la risposta e cordialmente la saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La terapia pscritta pare avere avuto effetto, tranne che per la frequenza cardiaca. Ovviamente continui ad assumere il farmaco, inattesa degli esami richiesti.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org