Utente 154XXX
salve sono un ragazzo di 21 anni, 2 mesi fa siccome faccio l'odontotecnico sono venuto a contatto con del materiale infetto (hiv) a distanza di 1 settimana ho cominciato a sentirmi poco bene ma non ho dato peso ne io ne i dottori perchè ero da poco stato appendicetomizzato, tuttavia a distanza di 2 mesi non sto melgio e anzi si sono ripetuti eppisodi di febbre sebbene non alta sempre sotto i 37.5 , E sempre stanchezza, non ho dato peso anche perche diversa gente che conosco ha avuto nello stesso periodo la mononucleosi cosi pensavo fosse quella, anche perche non è che ho avuto tutto questo contatto con il materiale infetto e poi mi sono lavato le mani a dovere. cmq persistono sintomi come astenia secchezza delle fauci, palato arrossato che so non essere un bel segno, dolori di tipo reumatico, e tal volta mal di pancia ed irregolarita digestiva. la cosa DISARMANTE è che la mia ragazza praticamente nello stesso periodo ha manifestato i miei stessi sintomi, ad eccezione di un modoesto esantema simile alla varicella ( simile a morsi di zanzara) con un fondo eritematoso, che ha colpito con moderazione le mani soprattutto, ma anche il torace e il volto, ha durato cmq diversi gg 1 settimana e anche più, venivano ed andavano via in poco tempo nel giro di 2 ore anche meno. volevo precisare che ho avuto ogni sorta di malattia infettiva comune...varicella rosolia...ecc... e sono vaccinato per il morbillo. Ad eccezine della scarlattina. cmq ho anche diverse afte... a titolo informativo ho fatto 2 cicli antibiotici. e a due mesi dalla comparsa dei sintomi risulto hiv 1-2 negativo, cosi come per l'epatite.i valori dei monociti sono 10,9 e sono cresciuti perche un mese fa erano 10,4. la bilirubina indiretta è di 0,86. e c'è presenza di proteine nelle urine. a dimenticavo che sono negativo al monotest. spero non sia quello che penso.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
nessun legame serio con una infezione da HIV in atto.
pertanto la suggestione di coppia, può fare il resto.
vi consiglio di ripetere per la vostra tranquillità il test fra 2 mesi.

cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Specialista Dermatologo e Venereologo
Malattie Sessualmente Trasmissibili, ROMA
[#2] dopo  
Utente 154XXX

Iscritto dal 2006
volevo inoltre sottolineare che avevo alcuni tagli nel dorso della mano, e che la mano per quanto non sporca del sangue è risultata umida alla fine dell'operazione di lavoro. Cmq mi sono subito sciacquato le mani e scottato le ferite sulla fiamma. fra i sintomi riscontro anche mal di testa anche se sporadico, senso di vertigine, stanchezza persistente. Un punto che mi sembra molto strano è che la febbre tendeva sia per me che pr lei a fare ripetuti sbalzi, e si attenuava quasi sempre la sera. Tipo alle ore 19.00 20.00 di sera. Il tutto, cioe la catena interminabile di sintomi abbastanza insolita per me, è cominciata con disturbi di tipo intestinale: nella fatispecie aerofagia, ipermetorismo, per entrambi (cioè sia io che la mia ragazza)che da questo punto di vista, prima di questi eppisodi non aveva mai mostrato disturbi di sorta. Risulto negativo a distanza di 2 mesi dai primi sintomi anche al monotest. quello che posso dire con certezza è che sto osservando un progressivo deperimento sia da parte mia che della mia ragazza. ciò non concerne una perdita di peso che sembra essere immutato, ma la presenza di occhiaie molto marcate.volgio in oltre sottolinea che io sono sempre stato un soggetto facile ad ammalarsi, penso pr via del setto nasale deviato che non mi permette di respirare a dovere( continui mal di gola). cmq avverto anche da diverso tempo un dolore generalizzato alla bocca, gengive comprese che saembrano essere state prese d'assalto dalle afte, che prima d'ora non avevo mai avuto eccetto in numero contenuto. Sottolineo che mantengo un igene orale più che buona (lavo i denti 3 volte al giorno). Accuso fastidio sotto le ascielle e lungo le braccia e tal volta anche alle mani anche se di lieve intesità. I linfonodi non sono palpabili però sono dolenti anche se non molto. a me il punto più strano sembra essere la salivazione che è oramai molto scarsa sia per me che per lei. Non riesco prorpio a capire cosa possa essere.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Una "stressite" (così come chiamo la "tempesta" di sintomi tutti o quasi dissociati fra loro, sovente esito di periodi stressanti: ma anche la stessa supposizione di malattia da parte dei pazienti è motivo di innesco) è più che probabile:

si consulti in primis anche col suo Medico di Famiglia o con lo specialista indicatole: questo le servirà a placare un poco delle sue ansie ed a portare a livelli oggettivi questo corollario sintomatologico.

Cari saluti
Dott. LAINO, Roma