Utente 197XXX
Salve come da titolo il problema è questo dolorre all'inguine destro che si presenta solo sotto sforzo. Tutto è iniziato a luglio 2010 periodo di intensa attività fisica. Alternavo calcetto e corsa (8 km) 6 volte a settimana. Verso la fine di luglio ho iniziato a provare un dolore molto forte all'inguine che si presentava alla fine dell'allenamento, così intenso da non permettermi di camminare. Dopo una bella dormita però il dolore spariva. Andando avanti questo dolore mi raggiungeva dopo un via via minor sforzo. Per la metà di agosto bastava una bella camminata per mettermi KO. Ho girato dottori di varia specie ed ho fatto un'ecografia e due RMN. Esiti negativi sia dal punto di vista osseo, muscolare e tendineo. Ho fatto anche un pò di fisioterapia generica visto che il problema non è stato individuato e nel mentre effettivamente avevo giovamento ma una volta smesso è ritornato tutto come prima. Un mio amico dice che lui ha avuto una cosa simile e che gli stiramenti all'inguine ci possono mettere molto a passare anche un anno. Visto che i dottori non sono stati capaci di individuare il problema dicendomi addirittura che fosse psicologico sono andato da un pranoterapeuta che ha individuato il problema in una contrattura del pettineo. A tal proposito però sono molto scettico in quanto mi sembra impossibile che una contrattura possa protarsi per così tanto tempo. All'età di 10 anni ho avuto un osteocondrosi all'osso ischiatico non so se può essere utile visto che comunque appunto in particolare le risonanze in maniera esplicita dicevano che non c'era nulla da segnalare a livello osseo.
[#1] dopo  
1759

Cancellato nel 2012
rispondere al suo quesito risulta assai difficile perchè manca una parte importante per formulare una diagnosi e cioè la visita.
La contrattura, se di contrattura si tratta, se non trattata può durare a lungo e i tempi di recupero si allungano se la stessa non viene trattata.Io farei una visita da un collega e farei sicuramente una ecografia per valutare con precisione dove è problema
[#2] dopo  
Dr. Alessio Serini
20% attività +20
8 attualità +8
8 socialità +8
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile utente, sono d'accordo col collega Catenacci nel dire che la visita è d'obbligo di fronte ad una sintomatologia così particolare. Ad ogni modo, data la localizzazione, si potrebbe presumere una banale pubalgia overo una contrattura dello psoas, tutte condizioni che necessitano di un attento esame obiettivo locale.
La fisoterapia, senza una corretta diagnosi, non sortisce alcun effetto benefico in presenza di tali patologie. Come terapia complementare all'approccio fisiochinesiterapico, assocerei anche il taping specifico per tali distretti muscolari onde consentirle un adeguato trattamento del dolore e per facilitare la diagnosi.