Utente 199XXX
Buongiorno, ho 45 anni, all'inizio di gennaio scorso ho avuto i problemi con forte bruciore nella vescica, ma senza febbre. Prostata durante la visita era molto dolente. Diagnosi: prostatite. Dopo diversi esami di urine (infezione di Enterobacter cloacae, 1.000.000, sensibile solamente Cefepime, Ciprofloxacina, Meropenem) e di PSA (7,99 ng/ml) è stata applicata la cura di Ciproxim /10 giorni. Dopo un mese PSA è sceso a 2,69, infezione urinaria al 10.000, ma sensibile solo al Meropenem e Cefepime. Il problema che ogni volta quando prendo un po' di vino o di birra (anche un quarto di bicchiere!), dopo qualche istante sento forte bruciore della zona di prostata, uno spasmo molto fastidioso, che passa dopo 5-10 minuti. Dall’ecografia la prostata risulta ancora un po' aumentata di volume e determina modesti fenomeni compressivi sul pavimento vescicale. Le vescicole seminali sono aumentate di volume. Ora prendo un preparato Cys-control 800. Non so cosa fare, perché questo fastidio diventa insopportabile, specialmente duranti pasti mi sento male. Chiedo gentilmente un consiglio.Grazie!
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Purtroppo i disturbi causati dalla infiammazione della prostata tendono a perdurare per alcuni mesi perciò in questa fase è importante seguire i consigli terapeutici del suo Urologo e modificare lo stile di vita cominciando con l'eliminare del tutto gli alcolici dalla sua dieta.