Utente 199XXX
Salve, avrei bisogno di un consiglio:
io per caso mi sono accorto che mio figlio ha un linfonodo ingrossato all'inguine dalla parte destra, ormai da 1 mese.
In più proprio sopra quel linfonodo ho un neo che temo sia maligno.
Potreste farmi sapere se quella coincidenza o le cose sono collegate.
è probabile che sia un melanoma?
aggiungo che in questi giorni ha anche dolore in quel punto, quando corre gli da fastidio.
Un ultima cosa: ha 13 anni, 14 a maggio, lo dico perchè informandomi ho visto che è raro a questa età.
Spero possiate darmi dei consigli.
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Perchè correre tanto con la fantasia? Perchè pensare ad un melanoma solo perchè in sede inguinale è presente un neo? Ne abbiamo mediamente 50 a testa in tutte le sedi.
E in quella sede sono frequentiemente aprrezabili linfonodi reattivi senza alcuna correlazione con la presenza dei nevi.
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per il consulto, rispondendo più dettagliamente posso dire però che il neo non è prprio regolare, in una zona è un po' sporgente e nell'altra no. La grandezza del neo è normale, non è più grosso degli altri.
In conclusione, posso lasciar perdere o mi consiglia di fargli fare comunque una visita?
In generale i nei maligni quanto ci mettono per diventare difficilmente curabili?
Grazie ancora per il consulto veloce.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se dice che il nevo >>il neo non è proprio regolare>>
lo faccia vedere, ma non c'entra nulla con il linfonodo.

Senza vederlo è impossibile dare consigli.
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Come suggerito dal collega Catania ,il nevo va controllato,ma se alla visita e alla nevoscopia non ci sono elementi da giustificsre la reattività linfonodale,occorre una visita chirurgica. ed una ecografia che valuti la morfologia del linfonodo(quelli reattivi hanno un aspetto fusiforme).Il chirurgo esaminerà le zone di pertinenza(testicoli,ano,etc)e ricercherà se esistono altri linfonodi palpabili.
Saluti