Utente 201XXX
Salve Dottori,
scrivo per conto di mia moglie. E' una donna di 35 anni. il 21 marzo 2011 è stata operata con quadrectomia al seno + linfonodi.
di seguito riporto l'esame istologico dei tessuti:
Materiale inviato
A Grasso ascellare con i linfonodi dei tre livelli.
B Quadrantectomia con resezione del muscolo pettorale (2 clips sul margine superiore e 4 clips sul margine inferiore).
Notizie cliniche
Neoplasia mammella sinistra.
Descrizione macroscopica
A)Tessuti molli di cm 10x8x4 rivestiti da losanga cutanea di cm 4x3 da cui si isolano linfonodi.
B)Parenchima mammario di cm 5x5x3 rivestito parzialmente da losanga cutanea di cm 3x1 e comprendente porzione di muscolo di cm 2x2. Al taglio nodulo biancastro di cm 1.7 che giunge a cm 0.7 dal margine inferiore, a cm 1 dal margine superiore ed a cm 1 dal margine mediale.
Schema prelievi:
1)Margine superiore
2)Margine inferiore
3)Margine laterale
4)Margine mediale
5)Piano profondo
6)Cute
7-11 )Nodulo ed area mastopatica circostante
Colorazioni
E-E ; E-E ;
Indagini immunoistochimiche Citocheratina 5/6 (cl. D5/16 B4) ; CD31/PECAM (cl. JC/70A) ;
DIAGNOSI
TIPO DI INTERVENTO: GRASSO ASCELLARE SX (A) + QUADRANTECTOMIA CON RESEZIONE DEL MUSCOLO PETTORALE (B)
A) NUMERO TOTALE DI LINFONODI (totale / metastatici): 24 / 0
LINFONODI STAGING:
metastasi al linfonodo sentinella pN1a (sn)
B) TIPO DI NEOPLASIA: Carcinoma duttale infiltrante le fibre muscolari.
GRADO ISTOLOGICO (Elston, Ellis 1991): moderatamente differenziato, grado II
INVASIONE VASCOLARE PERINEOPLASTICA: non visibile sulle sezioni esaminate (CD31/PECAM (cl. JC/70A): -)
INVASIONE PERINEURALE: presente
FOCOLAI MULTIPLI DI CARCINOMA INVASIVO (focolai distanti almeno 4 cm o presenti in quadranti o segmenti diversi): assenti
CARCINOMA IN SITU ASSOCIATO ALLA NEOPLASIA : Presente, tipo: cribriforme grado: medio, %: 3
DIMENSIONI: il diametro del carcinoma invasivo misurato microscopicamente è di mm 17
CUTE: assente invasione di carcinoma
MARGINI DI RESEZIONE: Indenni.
PARENCHIMA CIRCOSTANTE LA NEOPLASIA O IN ALTRI QUADRANTI: cancerizzazione dei dotti, DIN1a, microcalcificazioni, cisti, adenosi florida.
STAGING (pT) (2002):
tumore con dimensione massima superiore a 1 cm ma non superiore a 2 cm (pT1c)
Codice Snomed
P3-Y5305 T-C4000 M-85003 P3-Y5405 T-04000
Materiale inviato
A B C D
Colorazioni
;
Indagini immunoistochimiche Ki67 (cl SP6); Progesterone (cl. 1A6); Hercept-Test ; Estrogeni (cl. 1D5)
DIAGNOSI
Frazione proliferante (Ki67 clone SP6): 10%
Recettori per estrogeni (ER clone 1D5): 90%
Recettore per progesterone (PgR clone 1A6): 70%
Anti-HER-2/neu (4B5) (metodica Ventana - F.D.A. approvato)score: +1

L'oncologa le ha detto che ora bisognerà affrontare una cura con chemioterapia, radioterapia e ormonoterapia. Non copio e incollo la diagnosi dell'Oncologa per motivi di spazio. la mia domanda è la seguente: SIAMO SPAVENTATI DAL PERICOLO RECIDIVA. E' POSSIBILE SAPERE QUANTE POSSIBILITA' HA MIA MOGLIE (FACENDO TUTTE LE CURE) DI RICADERE? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la probabilità di recidiva non è elevata. Le terapie la minimizzeranno. Importante comunque se non sono state eseguite è una TC total body con mdc ed una scintigrafia ossea per una stadiazione completa.

un grande in bocca al lupo
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dott. Pastore,
la ringrazio per la risposta. Sono un po' (ma mai abbastanza) tranquillo in merito. Ho capito che il rischio non si può annullare del tutto, ma rimane molto basso. Affrontare la malattia non è facile. il minimo dubbio sullo stato di salute di mia moglie mi fa soffrire parecchio. non mi vergogno a dire che scoppio a piangere più volte durante la giornata. purtroppo sono molto fragile sotto questo aspetto e mi rendo conto di non essere sempre un valido aiuto per mia moglie.
domani andrò in ospedale per ritirare il referto riguardante la scintigrafia ossea. non mancherò di aggiornarla in merito.
per quanto riguarda la tac total body, non se n'è parlato. è davvero importante? in caso affermativo, vedrò di contattare l'Oncologa che l'ha in cura e discuterne con lei.
colgo l'occasione per informarla che proprio ieri mia moglie si è sottoposta alla prima seduta di chemioterapia.
sono in totale 4 cicli di terpai con docetaxel e ciclofosfamide (ho letto sulle flebo "taxofere" ed "endoxan"). le sedute vengono fatte con intervalli di 3 settimane. se non ci sono problemi, il 14 giugno dovrebbe sottoporsi all'ultimo ciclo.
in verità ci aspettavamo una chemioterapia più lunga. non dico che un periodo più breve non sia in realtà un fattore positivo, ma, in considerazione di voler minimizzare il più possibile i rischi di recidiva, una chemioterapia più lunga pensavamo fosse una soluzione migliore.
Ringrazio anticipatamente per ogni eventuale risposta.
[#3] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno,
ho appena ritirato il referto della scintigrafia ossea. Di seguito riporto l'esito dell'esame:

Radiofarmaco somministrato e.v.(*) 99mTc-MDP Attività 600 MBq.
L'indagine scintigrafica è stata condotta con tecnica planare total body per stadiazione di Ca mammario.
Non si osservano iperaccumuli focali del tracciante chiaramente riferibili a localizzazioni scheletriche di natura secondaria.
Si segnala disomogenea accentuazione dell'uptake alla teca cranica (specie in sede frontale) e a livello del collo femorale sn, in prima ipotesi di scarso significato patologico tuttavia meritevoli di controllo radiologico mirato.

Grazie per l'attenzione.
[#4] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
scusate nuovamente, non riesco a capire cosa significa "invasione perineurale". quanto è grave?
inoltre quantificare la possibilità di recidiva rimane un problema troppo importante.
proprio ieri , tra le lacrime, mia moglie mi diceva di non poter vivere con questo dubbio. è come sentirsi costantemente malati. io condivido questa sua paura e non riesco in alcun modo a darle conforto.
non avrei mai immaginato che la nostra vita potesse ridursi così..