Utente 196XXX
Buongiorno,
il mio calvario è cominciato un anno fa. Con mia autopalpazione ho scoperto un nodulo. In breve: 4/6/10 intervento chirurgico di nodulectomia mammaria destra.
il 29/6/10 intervento chirurgico di radicalizzazione con linfadenectomia ascellare con metastasi linfonodali in 22 su 25 dei linfonodi asportati.
Stadiazione finale: pT2; N3a.
23/8/10 attivata CT adiuvante sec. schema AC (chemio rossa x intenderci) per 4 cicli, seguivano 2 cicli di CT con paclitaxel.
Dicembre 2010 (quindi durante la somministrazione dei farmaci chemio) rialzo di CEA e CA15.3 e comparsa di tumefazione adiacente la pregressa cicatrice chirurgica. Eseguita TAC: negativa per localizzazioni a distanza. Febbraio 2011 intervento di mastectomia destra di completamento con asportazione muscolo pettorale quindi con impossibilità di sistemare l'espansore. EI = Metastasi cutaneee, sotocutaneee e muscolari di carcinoma lobulare mammella dx. Stadio e fattori biologici relativi all'ultimo intervento: ypT4b ER 30% PgR 0 Ki67: 20% (c-erbB2) (DAKO): completa, debole e non uniforme in <10% delle cellule. neoplastiche (score 1+).
7/3/2011 eseguita PET T.B.= Diffusa iperfissazione in corrispondenza della muscolatura pettorale profonda destra (SUV 6.8) riferibile a verosimile infiltrato neoplastico. Area circoscritta di lieve iperfissazione in sede scaellare destra (SUV max 3.0) compatibile con adenopatia. Aera circoscritta di iperfissazione in sede colica sinistra di incerto significato.
24.3.2011: Day hospital per inserimento port-cath
25.3.2011 Inizio cicli di chemioterapia secondo schema VIFUP (Vinorelbina, Cisplatino e Fluorouracile)
Per quello che ho capito io si tenta di fermare, eventualmente ridurre o cronicizzare la malattia. Mi potete per favore dare qualche delucidazione in più? Questa terapia sembra a voi appropriata? La mia situazione a me pare grave visto la velocità con la quale la feroce recidiva si è manifestata e temo un esito infausto anche se gli oncologi da me interrogati in tal senso non sono così pessimisti.E'un caso speciale e raro o vi è già capitato di trattare pazienti con decorsi così infiltranti? Dimenticavo.. ho 60 anni, 46 Kg., H 154 cm e nessun'altra patologia ne allergia degna di nota.
Grazie in anticipo per la cortesia della vostra graditissima risposta.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Signora,

la terapia proposta è adeguata alle caratteristiche istologiche della neoplasia. Quella descritta peraltro non è situazione infrequente. Suggerirei di abbinare anche ipertermia locoregionale e total body durante il periodo di trattamento chemioterapico.

un caro saluto
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it