Utente 202XXX
GENTILISSIMI DOTTORI, SONO MAMMA DI UN BAMBINO NATO PRETERMINE A 33 SETTIMANE A CAUSA DI UNA TACHICARDIA IN SEGUITO TRASFORMATASI IN FLUTTER ATRIALE. è STATA FATTA DIAGNOSI DI DIA OS 11 MM OPERABILE SOLO CHIRURGICAMENTE.SONO TERRORIZZATA AL SOL PENSIERO! IL BAMBINO CRESCE E SI ALIMENTA REGOLARMENTE. NON HA SEGNI "ESTERNI" DELLA MALATTIA ( NON SI AFFATICA, MANGIA E CRESCE BENISSIMO). ALL'ULTIMO CONTROLLO HANNO DECISO DI EFFETTUARE SATE E CATH PER DECIDERE QUANDO INTERVENIRE. è IN CURA AL MONALDI DI NAPOLI, MA PER L'INTERVENTO AVEVAMO PENSATO AGLI OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMO. VI INVIO I DATI DELL'ULTIMO CONTROLLO, HO BISOGNO DI UN ALTRO PARERE, SONO DIVORATA DALL'ANSIA! GRAZIE DI CUORE

Esame Obiettivo:

Generale: peso 6,100 kg. Lieve Marezzatura cutanea, EOT: buona penetrazione di aria nei campi polmonari. EOA: addome trattabile. Organi ipocondriaci nei limiti. buona perfusione periferica. Sat O2 percutanea.

Apparato cardiovascolare: FC 140bpm; toni cardiaci validi, soffio sistolico 2/6 sul focolaio polmonare.

Ecocardiogramma trans toracico 2D color Doppler: situs solitus. Levocardia. Concordanza AV e VA. Ampio difetto interatriale tipo OS (circa 11mm) con Shunt sn/dx atrio destro dilatato, ventricolo destro dilatato con aspetto trabecolato e buona cinesi globale. Aorta di normale calibro. dilatazione del tronco polmonare 15mm e dei rami soprattutto il dx (10mm) gradiente trans polmonare circa (15mmhg) verosimilmente da iperafflusso, lieve insufficienza tricuspidale dalla quale si evince una pressione ventricolare dx (circa 45-50mmhg). Vena cava superiore sinistra persistente drenante in seno coronarico dilatato. Camere sinistre di normali dimensioni e cinesi. Normali ritorni venosi polmonari. assenza di versamento pericardico.

ECG: ritmo sinusale FC 140bpm. Deviazione assiale destra. rotazione oraria sull’asse longitudinale. Turba DX. Segni di sovraccarico Dx. Segni di pre-eccitazione ventricolare PR 80msec.

Diagnosi di dimissione: episodio di flutter atriale in prematuro con dilatazione delle sezioni dx e ampio difetto interatriale.

Terapia: Sotalex 80mg: 6mg 3 volte al giorno (ore 7/15/23) Sciogliere ¼ cp in 10cc e prelevare 3cc 3 volte al giorno)
Programma: il caso viene messo in discussione per eseguire CATH diagnostico e SATE in terapia.








Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Dall'esame effettuato si evidenzia la presenza di una comunicazione (difetto interatriale di tipo ostium secundum) tra atrio destro ed atrio sinistro di ampie dimensioni sulla base del peso del bimbo.

Questo "forellino", sta già dando delle importanti manifestazioni di sovraccarico delle sezioni del cuore di destra: l'atrio ed il ventricolo destro sono dilatati cosiccome l'arteria polmonare.

L'aritmia (flutter atriale) che si è instaurata è un altro indice della dilatazione cardiaca.

L'iter diagnostico che i colleghi hanno stabilito è corretto.

E' assolutamente necessario eseguire quegli esami diagnostici ed intervenire, per salvaguardare la corretta crescita del bambino.

Sulla base degli esami effettuati i colleghi decideranno la modalità di trattamento.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la tempestiva risposta.
Per completezza riporto tutte le notizie anamnestiche del bambino. Ci tengo a precisare che le problematiche relative alla prematurità sono state superate e ora siamo solo in follow up.La mia paura più grande è che il bambino sia troppo piccolo per affrontare l'intervento (quattro mesi dalla nascita). Lei che ne pensa?
Cordialmente

Notizie anamnestiche salienti:Neonato pretermine alla 33° e 3/7 di gestazione da gravidanza riferita normocondotta fino al 08-12 quando, in seguito all’espulsione di tappo mucoso, viene effettuato controllo ostetrico con riscontro strumentale di alcune contrazioni per le quali veniva prescritta terapia con vasosuprina. Al controllo cardiotocografico del 09-12 riscontro di tachicardia fetale che persiste al controllo a 12 h; viene deciso il TC d'emergenza con evidenza di polidramnios, liquido limpido. APGAR 6-7. Peso alla Nascita 2,300 gr. Per la comparsa di distress respiratorio viene intubato, intrapresa ventilazione meccanica e praticata una dose di surfactante naturale. Viene incannulata vena ombelicaleed iniziata terapia antibiotica. per persistenza dell’aritmia e successiva comparsa di flutter atriale, Viene trasferita presso la Patologia neonatale dell’A.O. Monaldi, sottoposto a ventilazione invasiva per altre 36 ore e successivamente è stato ventilato mediante CPAP per 7 giorni. Per la persistenza dell'aritmia emodinamicamente mal tollerata, nonostante la terapia con inotropi e digitale, previo esame ecocardiografico per escludere formazioni trombotiche negli atri, viene sottoposto a studio elettrofisiologico transesofageo con tentativo infruttuoso di interrompere l’aritmia; si decide, pertanto, di sottoporre il piccolo a cardioversione elettrica esterna (2j) con pronto ripristino del ritmo sinusale. L’esame ecocardiografico post cardioversione evidenzia “ ventricoli normocinetici.atrio destro dilatato. Assenza di versamento pericardico”. Si decide di sospendere la digitale e di iniziare terapia antiaritmica con Sotalolo. La terapia antibiotica con Ampicillina e Sulbactan + Tobramicina iniziata in data 11/12/2010 veniva sospesa in 4° giornata per la negatività degli indici infiammatori e delle colture. Durante la degenza è stato sottoposto a ciclo di fototerapia per iperbilirubinemia continuata per circa 72 ore ed ad esame ecografico celebrale con riscontro di : “ strutture mediane in asse, ventricoli laterali di dimensioni normali e forma lievemente squadrata; III e IV ventricolo in sede. Al parenchima esplorabile marcata iperecogenicità periventricolare occipitale bilaterale. Grande IR 0.53 in arteria cerebrale anteriore. il controllo dopo 24 H presentava iperecogenicità a livello delle zone germinative sul pavimento dei ventricoli laterali. I.R. 0.78 in ACA. L’ecografia celebrale del 16-12 evidenzia una emorragia intraventricolare a sinistra non più evidente all’ultimo controllo. Ha praticato Holter dinamico delle 24 H risultato nei limiti della norma. Il piccolo cresce si alimenta regolarmente.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
L'eta del bimbo se il trattamento e' necessario non e' una controindicazione assoluta.

Con il cateterismo destro e sinistro si valuteranno una serie di informazioni (rapporto flusso sistemico - polmonare, presenza di eventuali anomalie cardiache associate,possibilità di chiusura percutanea) necessarie per trattare il bimbo nel migliore dei modi.

Stia il piu' possibile serena e consideri che tra tutte le patologie congenite cardiache, quella che ha colpito suo figlio e' tra le più semplici da trattare. Averla diagnosticata in breve tempo e' senza ombra di dubbio un vantaggio.

Si affidi ai colleghi che lo stanno seguendo fino a questo momento a mio avviso in modo molto professionale.

In bocca al lupo
GI
[#4] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
Purtroppo i dottori hanno gia' escluso la possibilitA' di chiudere il foro con un device, ( il bambino ha 4 mesi, pesa circa 6,5Kg ) il bambino dovrà subire l'operazione invasiva. A suo parere, dagli esami che le ho mostrato, crede che dovra' essere operato in maniera urgentissima?
Scusi la mia angoscia, ma mi sembra di essere precipitata in un incubo senza fine. Scusi lo sfogo!
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
I segni di sovraccarico destro depongono per la correzione della patologia in tempi brevi.

Non conviene perdere tempo.

Sia fiduciosa, la Cardiochirurgia pediatrica nasce appunto per risolvere questi problemi e permettere una normale crescita dei bimbi trattati.

GI