Utente 972XXX
gentili,
dovrò sottopormi ad una Tac con mezzo di contrasto.
Io ho sofferto di allergia a degli antibiotici (penicellina) senza grafi effetti solo rush cutaneo.
ho sottoposto questo problema al dottore che miha prescritto la visita diagnostica.
Non posso però non affermare che ho paura del mezzo di contrasto.
Non è possibile fare della analisi prima per vedere se si è allergici?
Lui mi ha assicurato che comunque facendo questa visita presso una struttura ospedaliera non dovrei preoccuparmi più di tanto.
Certo non posso sapere se sono allergica o meno visto che non l'ho mai fatta prima.
Per questo mi chiedevo se era possibile fare un esame apposito per sapere se si è allaergici o meno.
Devo sottopormi alla tac con m.d.c poichè dovrò operarmi, e quindi non posso farne a meno, visto pure che la risonanza non è stata chiara

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
La sua paura è più che comprensibile dal punto di vista umano ma, non giustificabile dal punto di vista scientifico.
Da quanto scrive nel suo post, mi sembra di capire che è già a conoscenza del fatto che i test allergometrici attualmente disponibili non hanno valore predittivo per eventuali future allergie. In assenza di una pregressa reazione allergica ai mezzi di contrasto e, nel suo caso, in assenza anche di una pregressa somministrazione dei farmaci in questione, non c’è l’indicazione a sottoporsi a tali test per prevedere possibili future allergie in quanto la scienza medica non è, attualmente, in grado di prevedere se avrà reazioni ( http://verna.blog.tiscali.it/2007/08/04/allergie_e_reazioni_avverse_da_farmaci_1786859-shtml/ ).
La precedente reazione allergica alla penicillina incrementa solo minimamente il rischio rispetto alla popolazione generale di avere una reazione allergica ai mezzi di contrasto. Questi ultimi farmaci, infatti, hanno una struttura chimica molto diversa dall'antibiotico in questione.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la celere ed esaustiva risposta.
nel caso in cui si ha una reazione allergica, grave, essa si presenta entro breve?
Le spiego, dovrò fare la tac presso un centro ospedaliero lontano da dove abito. In un altra regione a 300km di distanza, sarò accompagnata ma ho la tac nel tardo pomeriggio.
Essendo il mezzo di contrasto per endovena questa se non erro dovrebbe causa subito una reazione a differenza di medicinali presi pe bocca.
giusto?
lo so di essere probabilmente esagerata, ma ho terrore.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
A prescindere dalla via di somministrazione, le reazioni anafilattiche severe ( http://verna.blog.tiscali.it/2008/08/09/anafilassi_e_shock_anafilattico_1918938-shtml/ ) sono, di solito immediate. Le reazioni che esordiscono in ritardo, di solito, danno solo un interessamento cutaneo.
Cordiali saluti,