Utente 208XXX
salve, ho 27 anni e nel 2005 ho subito un'intervento di ernia inguinale sx... In questi anni è andato tutto bene, ho fatto sport, calcio, palestra, nuoto... ma negli ultimi 4/5 mesi sento delle piccole fitte e dolori tipo punture nella zona operata e gonfiore e aria nella pancia. Il consulto con il mio medico e con un chirurgo ha portato alla diagnosi che la retina che mi fu applicata come rinforzo si è leggermente arrotolata in un punto. L'unica soluzione che mi è stata proposta è di lasciar stare perchè non è consigliabile operare. La cosa mi lascia un pò perplesso, per questo mi piacerebbe se possibile avere una Vostra opinione.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Difficile esprimere un parere a distanza, tuttavia appare corretto seguire le indicazioni di chi ha avuto la possibilita' di farlo. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille...ma che Lei sappia, come si è intervenuti in casi simili?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
4% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Dal consulto è scaturita una descrizione precisa del problema,non so se in seguito anche ad un esame ecografico che abbia confermato il ripiegamento della rete.Da valutazioni successive e dalla sintomatologia che lei riferirà,si stabilirà cosa fare.
Saluti
[#4] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
gentile utente,

esiste la possibilità di rimuovere la protesi precendemente impiantata.

questo tipo di intervento può però comportare lesioni al funicolo spermatico composto dai vasi arteriosi e venosi per e dal testicolo ed anche la possibile lesione del dotto deferente (il dotto che mette in collegamento il testicolo con la prostata), a causa dell'intensa reazione infiammatoria provocata dalla protesi.

per questi motivi l'indicazione alla rimozione della protesi viene lasciata come ultima spiaggia, percorrendo prima tutte le possibili ulteriori alternative terapeutiche.

cordiali saluti